La prima recensione positiva di Roman Bardet

Mathieu WARNIER, Media365, pubblicato martedì 18 maggio 2021 alle 22:55.

In occasione del primo giorno di riposo del Giro, Roman Bardet ha approfittato di una conferenza stampa per valutare il suo debutto sulle strade italiane, nonché le sue sensazioni per Egan Bernal, in maglia rosa.

Roman Bardet era entusiasta all’idea di scoprire il Giro all’età di trent’anni. Il pilota del DSM non rimpiange la sua preferenza per le strade italiane al Tour de France nella prima parte della sua stagione. “Le cose stanno andando bene, mi sto divertendo”, ha detto un cittadino di Priod in una conferenza stampa questo martedì per celebrare il primo giorno di riposo del giroscopio. È ancora una scoperta per me, sento che mi manca ancora un po ‘di esperienza in questa gara, ma comunque penso che abbiamo dieci buoni primi giorni. “Tuttavia, dopo la prima settimana di gara segnata dal raggiungimento della vetta di Campo Felice, la seconda alla Grand Boucle 2016 ci assicura che“ niente è davvero paragonabile a quello che ci aspetta nella seconda e terza settimana. Roman Bardet sottolinea in particolare sulla seconda settimana, “perché abbiamo tappe molto difficili con lo Zoncolan e la tappa di lunedì prossimo con passaggi ad oltre 2000 metri di quota”.

Bardet: “Bernal resta il miglior scalatore in gara”

Fiducioso del fatto che “è qui che ci si cristallizza davvero”, il pilota del DSM si assicura di avere “la forma giusta” ed è impaziente di misurarsi in alta montagna. Quanto alle sue ambizioni nella classifica generale, dove si colloca al 13 ° posto con poco più di un minuto di ritardo da Igan Bernal, Roman Bardet ammette che “è sempre meglio avere un minuto di vantaggio che un minuto di svantaggio”. Per quanto riguarda il colombiano, il francese è convinto di essere “illustre”. “È stato davvero incredibile durante il suo attacco di domenica, nessuno è riuscito a seguirlo”, aggiunge il francese, “per il quale non c’è una vera gerarchia, tranne io, Egan Bernal, che è ancora il miglior scalatore in gara. ” Jiro che, agli occhi di un nativo di Brioude, d’ora in poi sarà diverso. “In realtà abbiamo la sensazione che il gruppo stia avendo molta stanchezza alle gambe, ammette Roman Bardet. Il nostro tempo era brutto, ed è salito un paio di volte, ma non è paragonabile a quello che ci aspetta, e lì inizierà davvero. prendere forma. ” Spiegazione Il concorrente del DSM spera di “essere al 100%” e di poter, chissà, giocare la sua carta mentre il suo capitano per la prima volta, Jay Hindley, è già sceso a più di quattro minuti.

READ  La UEFA conosce Fenerbahce e Galatasaray come avversari in Europa League

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *