La Peugeot torna a vincere a Palermo

La rumena ha dato una breve prestazione all’italiana Lucia Bronzetti domenica nella finale di Palermo.

La rumena Irina-Camelia Bego (45° al mondo) ha vinto il quinto torneo WTA in carriera sulla terra battuta a Palermo, battendo l’italiana Lucia Bronzetti (78) 6-2, 6-2 nella finale di domenica sera. Peugeot, 31 anni, non vince un titolo in singolare sul ring da Bucarest alla fine di luglio 2017, cinque anni fa. Bronzetti stava giocando la sua prima finale WTA a 23 anni. Di fronte a una giocatrice veterana, membro dei 100 migliori giocatori del mondo dal 2014, è stata molto tenera.

Il primo set è stato a senso unico: sull’1-1, il grande rumeno (1,81 m), ottavo finalista quest’anno al Roland Garros, ha portato l’italiano prima in vantaggio per 3-1, poi ancora per scappare 5-1 e intascarlo per primo impostare 6-2 in 37 minuti.

Rivoluzione Bronzeite, ma…

Con il caldo soffocante – all’inizio di questa finale all’inizio della serata c’erano ancora 30 gradi – sembrava che il secondo round si sarebbe dovuto svolgere nello stesso scenario del primo: un break riuscito prima di Begu, poi un doppio pausa, per portare 3-0. A quel tempo Bronze, che ha cambiato ancora di più stile di gioco e lunghezze di palla, utilizzando i vigili del fuoco, è riuscito a trasformare il servizio dell’avversario sul 3-2 grazie a un “gioco bianco” per il suo impegno. Ma Begu ha rimesso il lavoro al suo posto per vincere finalmente questa finale senza timori 6-2, 6-2 in 1 ora e 32 minuti.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.