La grandezza e la miseria dei sondaggi

Ci sono alcune lezioni da trarre dalle elezioni presidenziali francesi.

Soprattutto sul ruolo dei sondaggi. Molti si chiedono fino a che punto i sondaggi d’opinione, che sono essenziali in una democrazia, possano rivoltarsi contro di essa.

Mi spiego meglio: nelle ultime settimane del primo turno, il torrent dei sondaggi ha creato un’utile clausola di voto che spinge gli elettori a votare non più per il loro candidato preferito, ma per chi ha le migliori possibilità di bloccare il candidato che temono.

influencer

A sinistra, gli elettori si sono rivolti a Jean-Luc Mélenchon, che spesso sconfessa un radicale, sperando di arrivare al secondo turno.

In una cosiddetta destra nazionale, gli elettori si sono rivolti a Marine Le Pen per impedire a Jean-Luc Mélenchon di andare al secondo turno.

In altre parole, gli elettori votano i progetti meno di quanto non votino i sondaggi di opinione, che descrivono il comportamento elettorale meno di quello che produce e dirige.

Allo stesso modo, spesso costruiscono l’opinione pubblica affermando di essere la loro. Ad esempio, spiegheranno che le questioni sociali ed economiche (salute, istruzione, potere d’acquisto, ecc.) schiacciano tutti gli altri problemi.

Ma dimenticano che quando è il momento di votare, le questioni che spingono gli elettori alle urne non sono della stessa natura. Sono necessarie altre variabili.

Québec

L’esempio di PLQ in Quebec lo dimostra. Se questo partito, nonostante i suoi sforzi programmatici e la credibilità storica del governo, è condannato ai margini in questo momento, è perché è separato dal Quebec francofono. Non ha più un legame identitario con lui.

Al contrario, se François Legault ha mantenuto un legame così forte con i Quebecer di lingua francese, è perché ha approvato il disegno di legge 21, dando loro una spinta d’orgoglio, oltre a espellere i liberali che hanno descritto come intolleranti.

READ  Elezioni Usa: Vladimir Putin al centro di un complotto per eleggere Donald Trump

Ne traggo una lezione: i sondaggi sono essenziali, ma a volte possono renderci pigri, oscurando la verità che pretendono di illuminare.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.