La Corea del Sud e gli Stati Uniti lanciano missili in risposta al lancio della Corea del Nord

La Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno lanciato mercoledì quattro missili terra-superficie verso il Mar del Giappone, ha detto l’esercito sudcoreano, dopo una serie di colpi da parte della Corea del Nord.

• Leggi anche: Un missile balistico nordcoreano ha sorvolato il Giappone

• Leggi anche: La Corea del Nord sostiene l’annessione dell’Ucraina da parte della Russia

Secondo lo stato maggiore sudcoreano, sia l’esercito sudcoreano che quello statunitense hanno sparato due missili tattici contro obiettivi simulati. Martedì, le forze aeree dei due paesi alleati hanno già effettuato esercitazioni di bombardamento su un bersaglio nel Mar Giallo.

Il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, John Kirby, in un’intervista alla CNN, ha osservato che il problema è “rispondere alle provocazioni del nord, per garantire che possiamo dimostrare le nostre capacità” e “assicurarci di avere capacità militari pronte”.

Tuttavia, non ha confermato direttamente la sparatoria e non ha fornito ulteriori dettagli.

“Non devi andare così lontano. Abbiamo chiarito a Kim Jong-un che siamo pronti a sederci al tavolo senza precondizioni”.

La Corea del Nord, che ha modificato la sua legislazione per rendere “irreversibile” il suo status di potenza nucleare, ha intensificato il suo fuoco quest’anno e ha lanciato un missile balistico intercontinentale (ICBM) per la prima volta dal 2017.

Martedì Pyongyang ha lanciato un missile balistico a raggio intermedio (IRBM) che ha sorvolato il Giappone, spingendo Tokyo ad attivare il suo sistema di allarme e chiedendo alle persone in alcune aree di mettersi al riparo.

Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha denunciato l'”escalation” e ha invitato Pyongyang a “riprendere il dialogo” per la “denuclearizzazione completa e verificabile della penisola coreana”.

READ  Crisi migratoria: Kiev è pronta a sparare se gli immigrati dalla Bielorussia arrivano in Ucraina

Da parte sua, il presidente sudcoreano Yoon Seok-yeol ha denunciato la “provocazione” che “viola palesemente i principi universali e le norme delle Nazioni Unite” e ha ordinato una “risposta decisa”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.