Italy Tour 2021 – Trasmissione in diretta – Risultati – Encore Simon Yates – Informazioni sportive – Sci

Ciclismo – Giro – Giro Ditalia 2021

Il menu di avvio è qui

Una panoramica di tutte le fasi è qui

Segui direttamente il passaggio n. 19 qui

L’elenco completo è qui

Ultimi vincitori

2020 GEOGHEGAN HART Tao

2019 Carabaz Richard

2018 di Chris

2017 Domolin Tom

2016 Nepali Vincenzo

2015 Ragioniere Alberto

2014 Quintana Cairo

2013 Nepali Vincenzo

Hasidal Rider del 2012

2011 Michael Potts

5/8 Fase 1 (ITT) | Torino – Torino (8,6 ° C)

Ovunque al potere, Filippo Jana, favorito in questo fronte, non lascia scampo ai suoi rivali. Su un percorso a lui dedicato, era ben più avanti delle speranze di Jumbo Visma Affini e soprattutto del cratere norvegese, ed è a suo agio in montagna.

Da notare il quinto posto di Rémi Cavagna e la rimonta di Remco Evenepoel, un anno dopo la sua terribile caduta.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/9 Fase 2 | Stubenigy – novara (179k)

Tre anni dopo il successo di Tim Willens, un belga è venuto a vincere una tappa al Giro. Tim Merlier (Alpecin Fenix) ha ottenuto una splendida finale di fila prima di vincere la gara davanti a Nizzolo e Viviani.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/10 Fase 3 | Biella – Canale (190 ° C)

Membro rinnegato oggi, Taco Van Der Horn 27 anni, ha compiuto un’impresa straordinaria. Mentre Peloton ingoiava i suoi compagni di squadra durante la finale collinosa, l’olandese avrebbe reagito.

Sorprendentemente, avrebbe poi segnato un’impresa impressionante resistendo da solo al ritorno di un gruppo guidato da squadre sprint e ottenendo la migliore vittoria della sua carriera.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/11 Fase 4 | Piacenza – Sestola (187k)

Bel finale di tappa, sotto la pioggia battente, con il primo passaggio di Classe 2 che infligge qualche danno. In testa alla corsa, l’americano Dombrovsky, un fuggitivo della giornata, farà la differenza.

Ha vinto da solo poco dopo contro Alessandro de Marchi, anche in una bella rottura, che lo ha portato in maglia rosa questa sera. Un po ‘più tardi, Mikel Landa pose la prima mina nel gruppo del comandante.

Ma alla fine è Egan Bernal, che tornerà in campo spagnolo poco dopo, a fare la migliore impressione. Nota che Bardet e Evenepoel hanno ottenuto circa dieci secondi sul colombiano.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/12 Fase 5 | Modena – Cattolica (177k)

Nello spettacolo, un palco appositamente progettato per i corridori che alla fine sarà vinto dal potente Caleb Ewan. Questo è stato il giorno in cui il killer Mikel Landa, l’ottimo cavaliere spagnolo, contendente al podio in questo Giro, ha subito una brusca caduta in finale.

READ  Una giocatrice di pallavolo espulsa dal suo club a causa della gravidanza

Si arrenderà, morte in spirito, subito dopo.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/13 Fase 6 | Grotte di Frasassi – Ascoli Piceno (San Giacomo) (160mila)

Influenzato dall’abbandono del suo leader Mikel Landa, il Bahrain Victorious oggi ha reagito bene mettendo due uomini in una bella rottura. Mohoric, che ha fatto il lavoro nell’appartamento, e Gino Mäder che ha fatto una bella salita alla fine.

Lo svizzero, che ha gestito bene il rally, manterrà il margine di 12 secondi sul trio Bernal, Martin ed Evinbühl. Sul lato rosa, la sorpresa è stata la cattura ungherese di Attila Walther.

Classifica delle tappe qui /. La classifica generale è qui

5/14 Fase 7 | Notarsco – Termoli (181k)

Caleb Ewan, impressionante negli ultimi 500 metri, non ha lasciato scampo ai suoi rivali corridori. Così lo stesso australiano ha presentato un secondo successo con questo giroscopio.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/15 Fase 8 | Foggia – Guardia Sanframondi (170k)

Incredibile successo, il migliore della sua carriera, di Leonée Victor Lafaye. Membro separatista oggi, la differenza si farà nell’ultima salita, 3 km con un corridoio dell’11%, prima di attraversare da solo il traguardo. *

Mentre l’ungherese di Attila Walter dell’FDG Groupama ha mantenuto la maglia rosa, un’altra squadra francese, Covidis, era sotto i riflettori.

….

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/16 Fase 9 | Castel de Sangro – Campo Felice (Rocca de Cambio) (158 ° C)

Il favorito in questa gara del 2021 è andato all’attacco a 1,5 chilometri dalla vetta. Approfittando di forti proporzioni, dal 10 al 14%, il colombiano, su strada sterrata, segnerà un gran numero.

Ovviamente in buona forma, giustifica le speranze riposte in lui dalla sua squadra e arriva da solo a cercare la vittoria e la maglia rosa contro Ciccone, Vlasov e Evenepeole.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/17 Fase 10 | L’Aquila – Foligno (139 ° C)

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/18 Repos

In questa giornata sui sentieri toscani percorsa ogni anno dalla classica Strade Bianche, ha mantenuto tutte le sue promesse. Finirà fino alla fine una meravigliosa e bellissima separazione, una battaglia tra i due candidati e due grandi perdenti.

READ  L'arbitro Uefa ha giudicato inaccettabile la richiesta di firma di Haaland

Il giovane svizzero Mauro Schmid, 21 anni, membro di un buon tiro, ha finalmente vinto la gara sprint contro l’italiano Coffey. Dietro il gruppo dei candidati si è ristretto nel corso della gara prima di vedere l’incredibilmente impressionante Egan Bernal fare un numero nella salita finale.

Il leader Jiro attacca a 5 km dalla fine, torna facilmente a Buchmann e soprattutto lascia lì tutti gli altri. Visto il suo livello, sembra quasi intoccabile al Giro 2021.

Giornata molto difficile invece per Remco Evenbuell e Roman Bardet che hanno rinunciato entrambi più di due minuti al miracolo colombiano.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/20 Fase 12 | Siena – Bagno Romano (212k)

Sulla scia della difficile tappa della Strade Bianche, i candidati hanno logicamente consentito una fuga impressionante. Includono l’italiano Andrea Vendram, che alla fine dominerà il suo ultimo avversario, Chris Hamilton, nello sprint.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

21/05 Tappa 13 | Ravenna – Verona (198k)

Alla vigilia della terribile salita dello Zoncolan, tutti sono rimasti saggiamente al gruppo in attesa della gara finale, questa volta vinta dal velocissimo Giacomo Nizzolo.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

22/05 Tappa 14 | Cittadella – Monte Zoncolan (205k)

Questa tappa dello Zoncolan, purché orribile con i suoi ultimi tre chilometri di ripida, manterrà tutte le sue promesse. Dall’inizio della gara si forma un distaccamento e ci vogliono più di 10 minuti prima del gruppo.

Basterebbe Lorenzo Fortunato, il più forte del gruppo, per superare i compagni nella salita finale prima che il vincitore, esausto, cotto, nella nebbia, finisse vincitore.

Dietro Egan Bernal, è rimasto un uomo saggio a 500 metri dalla porta, fortunatamente per i suoi rivali, perché il colombiano sta semplicemente superando gli altri in questo Giro. Sembra che avrebbe potuto eliminare completamente la suspense prima con l’attacco.

Simon Yates, indietro, limita molto bene la rottura, ma il conto è più alto per gli altri leader, in particolare Evinpool e Bardet.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

23/05 Tappa 15 | Grado – Gorizia (147 ° C)

Lo specialista belga nelle cronometro aggiunge oggi una nuova riga alla sua lista. Victor Campinirts era il membro della grande e giusta separazione del giorno, che si sarebbe conclusa fino alla fine con la benedizione di Ineus the Grenadiers, ed era il più forte.

Nella gara di velocità ha preceduto l’olandese Oscar Rysebek, con il quale è partito in finale. Da notare la forte caduta avvenuta in gruppo nei primi chilometri che ha portato sensibilmente all’abbandono dello sfortunato Emmanuel Buchmann, sesto assoluto.

READ  Mattia Cattaneo prende il cronometro nella quarta tappa, e Joao Almeida prende il comando

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

24/05 Tappa 16 | Sakale – Cortina d’Ampezzo (212k)

Il leader del giroscopio ha colpito ancora oggi sulle pendici del Basu Jiao. Mentre i suoi avversari stavano perdendo terreno uno a uno, ha scelto di lanciare un attacco a 21 chilometri dalla fine.

Intoccabile, ha realizzato il distacco sull’ultimo rimbalzo del passo prima di dirigersi verso Cortina d’Ampezzo per segnare un altro colpo e decollare in classifica generale. Dietro di lui, Roman Bardet si è classificato secondo.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

5/25 Repos

26/05 Tappa 17 | Canazzi – Sega de Ala (193k)

Mentre tutti pensavano che Egan Bernal fosse intoccabile, il colombiano sta attraversando una dura conclusione per la tappa. Il giorno del riposo apparentemente ha tagliato il suo ritmo e Simon Yates lo ha sentito.

Gli inglesi hanno attaccato a 4 chilometri dalla fine in una salita finale molto difficile. Bernal, senza nodi, ha finalmente lasciato oltre 50 secondi su Yates che è arrivato terzo nella tappa dietro Dan Martin e Joao Almeida.

L’irlandese, fuggito 50 km fa, è riuscito a mantenere le sue forze per vincere da solo ed è diventato uno dei pochi corridori a vincere il tour, Vuelta e Giroux.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

27/05 Tappa 18 | Rovereto – Stradella (231K)

Uno scenario da backpacker perfetto con un grande distacco che si forma molto velocemente, con la benedizione del plotone. Bisognerà poi aspettare le difficoltà della finale per vedere Alberto Petiol andare da solo alla vittoria.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

28/05 Tappa 19 | Apiagrasso – Alp de Mira (Valsesia) (176 ° C)

Una ripetizione di Simone Yates, fortissimo al termine del Giro, che prosegue l’attacco a 6,5 ​​km dal termine in cima all’Alp de Mira. Come l’altro ieri, è stato irresistibile ed è uscito per vincere di nuovo da solo contro Super Almeida.

Bernal ha perso altri trenta secondi ma è rimasto un capitano forte due giorni dopo la fine. Tuttavia, la tappa del sabato doveva ancora essere superata prima che la vittoria fosse dichiarata.

Classifica delle tappe qui / La classifica generale è qui

29/05 Tappa 20 | Verbania – Valle Spluga-Alpe Motta (164k)

05/30 Fase 21 (ITT) | Senago – Milano (30.3k)

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *