Italia: tensioni tra manifestanti anti-pass e polizia

Dal 15 ottobre dovranno rispettare la regola. La tessera sanitaria già obbligatoria per musei o ristoranti sarà richiesta nel luogo di lavoro degli italiani. Diverse migliaia di persone hanno marciato questo sabato nel centro di Roma per protestare contro questa estensione del passo.

Le tensioni sono aumentate tra la polizia antisommossa e i manifestanti a Roma con conseguente l’uso di idranti e gas lacrimogeni. Per prima cosa hanno organizzato una manifestazione rumorosa ma autorizzata sabato in piazza Del Popolo. Poi hanno iniziato a scontrarsi con la polizia durante una marcia non autorizzata.

Alcuni manifestanti, armati di bastoni e sbarre di metallo, si sono introdotti nella sede di un sindacato di sinistra e ne hanno saccheggiato l’ufficio. Le principali federazioni sindacali italiane hanno sostenuto l’obbligo del “pass verde” come un modo per proteggere le fabbriche e gli altri luoghi di lavoro durante la pandemia, che ha colpito l’economia italiana. La polizia ha anche dovuto impedire a un piccolo gruppo di manifestanti di raggiungere l’ufficio del presidente del Consiglio Mario Draghi.

Sabato in Italia si sono svolte anche altre manifestazioni contro la tessera sanitaria: una seconda a Roma, un’altra a Milano (nord) oa Cesena (centro). Secondo i dati del Ministero della Salute, quasi l’80% della popolazione italiana sopra i 12 anni è completamente vaccinata.

READ  Per Buffon, Donnarumma deve puntare al Pallone d'Oro

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *