Italia: la Meloni si insedia e l’Unione Europea è pronta a “collaborare” con lei

Domenica scorsa in Italia si è voltata pagina quando Georgia Meloni, con la quale l’Unione Europea si è detta pronta a “cooperare”, è entrata in carica il giorno dopo il giuramento più di destra del Paese dal 1946.

Il passaggio di consegne avverrà tra Mario Draghi, capo dell’esecutivo dal febbraio 2021, e il leader post-fascista di Fratelli d’Italia alle 8:30 GMT a Palazzo Chigi, la sede del governo a due passi da Parlamento. , e seguirà il primo gabinetto (10:00 GMT).

Questa fase cerimoniale sarà segnata principalmente dalla simbolica consegna da parte dell’ex presidente della Banca centrale europea alla signora Meloni della campanella che il presidente del Consiglio utilizza per organizzare le discussioni in Consiglio dei ministri.

L’Unione Europea, riluttante di fronte all’ascesa al potere dell’estrema destra, sabato si è detta pronta a “collaborare” con il governo Meloni, un benvenuto segnato dalle congratulazioni alle sue tre principali istituzioni: Ursula von der Leyen per la Commissione europea, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola.

La Meloni ha ringraziato i leader europei, dicendosi “pronta ed entusiasta di lavorare insieme”.

“Melloni, esordio europeo”, titolava domenica il quotidiano La Stampa. “Melloni: Al lavoro con orgoglio”, ha scritto il Corriere della Sera.

debito e inflazione

E nel Palazzo romano del Quirinale, Madame Meloni, la più giovane di questo governo, e le sue 24 ministre, di cui solo sei donne, hanno prestato giuramento davanti al presidente Sergio Mattarella.

La 45enne romana, che ha riportato una storica vittoria alle elezioni legislative del 25 settembre, è riuscita a onorare il suo partito post-fascista, i Fratelli d’Italia, per essere salito al potere esattamente un secolo dopo Mussolini, di cui era un’ammiratrice. ..

READ  Altrimenti - l'estrema destra in Italia, jet privati, Libia, ragazze adolescenti e Iran

Molte sfide attendono, soprattutto economiche, a cominciare dall’inflazione e dal debito, che è il tasso più alto dell’area euro dopo la Grecia.

Lei e i suoi compagni di coalizione, il leader populista anti-immigrazione della Lega Matteo Salvini e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, hanno la maggioranza assoluta sia alla Camera dei Deputati che al Senato.

La formazione del nuovo governo riflette la volontà di rassicurare i partner di Roma, preoccupati per l’adesione dell’Italia, Paese fondatore dell’Europa, ai capi di governo più euroscettici dal secondo dopoguerra.

La Meloni è stata così nominata agli Esteri con il titolo di vicepresidente del Consiglio, l’ex presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, mentre Giancarlo Giorgetti, rappresentante dell’ala moderata della Lega, ministro nel governo già in uscita da Mario Draghi, eredita il portafoglio dell’economia .

“non sei solo”

Tuttavia, il lavoro della Meloni si preannuncia difficile, tanto più che la sua coalizione mostra già delle crepe.

millimetro. Salvini e Berlusconi sono riluttanti ad accettare l’autorità di Giorgia Meloni, il cui partito ha ottenuto il 26% dei voti alle elezioni, contro l’8% di Forza Italia e il 9% della Lega.

La stessa Meloni era un’atlantista e sostenitrice del sostegno all’Ucraina contro la Russia, e questa settimana ha dovuto fare i conti con le dichiarazioni controverse di Berlusconi, che affermava di essersi “riavvicinato” a Vladimir Putin e di incolpare Kyiv della guerra.

La Meloni ha rettificato la situazione sottolineando che l’Italia è una parte “piena e alta” dell’Europa e della NATO.

Un messaggio ben accolto a Washington, a Kiev e nella Nato, con il segretario generale Jens Stoltenberg che ha rivolto le sue “congratulazioni” alla signora Meloni. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato sabato che “non vede l’ora” di lavorare con lei.

READ  La Cimade Aix-en-Provence presenta "Invisibili"

“Non vede l’ora di continuare una fruttuosa collaborazione”, ha dichiarato su Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. La signora Meloni ha risposto: “Non sei sola!”

Mentre l’estrema destra ei conservatori europei si rallegrano in una giornata “storica”, il cancelliere tedesco Olaf Schultz si congratula con Giorgia Meloni in italiano.

Le altre due grandi capitali europee, Parigi e Madrid, sono rimaste in silenzio. Ma Emmanuel Macron, che domenica si recherà a Roma dove incontrerà il Papa e pronuncerà un discorso sulla pace, potrebbe cogliere l’occasione per incontrare la Meloni, anche se a questo punto non è prevista un’intervista.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.