Italia: la Juve continua la rimonta battendo 3-2 la Sampdoria

La Juventus continua la sua ascesa in classifica (9° provvisorio) grazie al successo sulla Sampdoria (3-2) di domenica nella 6° giornata di Serie A, ma ha perso il suo padrone contro Paulo Dybala, rimasto infortunato e in lacrime dopo venti minuti.

Retrocessa dopo le prime quattro giornate, la “Vecchia Signora” può congratularsi con se stessa per aver trovato in questa settimana risultati più in linea con la sua classifica, dopo il successo ottenuto mercoledì a La Spezia (3-2). Anche se non ha ancora ritrovato la solidità e l’efficienza che l’hanno contraddistinta durante il primo stint al club di coach Massimiliano Allegri (2014-2019).

Dybala, frizzante fino all’uscita diretta negli spogliatoi tre giorni prima dell’accoglienza del Chelsea in Champions League, presumibilmente per un infortunio muscolare, ha messo in orbita la Juve aprendo le marcature con un bel tiro dalla sinistra (10°).

Leonardo Bonucci si fa poi carico del rigore ottenuto da una mano genovese (43°) e Manuel Locatelli firma il suo primo gol in bianconero su ritiro di Dejan Kulusevski, sostituto di Dybala (57°).

Questi tre gol hanno premiato una partita generalmente dominata dalla Juve. Anche se è stata colta dalla sua attuale frenesia in difesa subendo due gol che hanno lasciato il rischio di una brutta sorpresa fino alla fine: Maya Yoshida (di testa al 44esimo) prima ha ridotto il punteggio sul 2-1 poi Antonio Candreva (cross-colpo in l’83°) sul 3-2.

La Juve torna provvisoriamente nella prima metà della classifica, a otto punti dal Milan, capolista provvisorio, in attesa delle partite del pomeriggio.

READ  il Mondiale 2022, il "sogno" di Gianluigi Buffon


You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *