Italia: Il Napoli presenta Milan, campione caduto dell’Inter

Il Napoli si è presentato con una preziosa vittoria sul Milan (1-0), domenica a San Siro al termine della diciottesima giornata di Prima Divisione, una bella mossa che fa sì che il lavoro dell’Inter si assicuri con il titolo onorifico di campione d’autunno .

I nerazzurri, facili vincitori venerdì sulla Salernitana (5-0), hanno quattro punti di vantaggio su napoletani e rossoneri, prima dell’ultima giornata dell’andata.

Con piena fiducia a due mesi dal lancio in campionato, l’Inter conferma l’attuale dominio del calcio italiano e cementa le sue ambizioni di detenere lo scudetto acquisito a maggio.

Prima dell’irresistibile ascesa della squadra di Simone Inzaghi (sei vittorie di fila), Napoli e Milan sono stati i principali padroni di casa dei primi tre mesi di Serie A. Combatti un’aspra battaglia.

Oltre alla sua difesa principale Simon Kjeer, il resto del pacchetto stagionale, al Milan sono stati negati Theo Hernandez, Rafael Leao, Ante Rebic e Davide Calabria, malati o infortunati.

Il Napoli ha nel dispensario anche la metà dei suoi titolari: Victor Osimhen, Lorenzo Insigne, Calido Coulibaly, Mario Roy e Fabian Ruiz. Spalletti ha aperto nuove strade con Kevin Malcuit sulla destra e Andrea Betania al debutto in vetta.

Ciò non impedisce al Napoli di partire forte trovando subito il buco su calcio d’angolo, grazie ad un colpo di testa di Eljif Elmas (5).

– Incredibile colpo di scena –

Con Piotr Zielinski, il Napoli ha mostrato più qualità in mezzo a gestire il pallone, contro il duo milanese Kessié-Tonali, malconcio nello scontro e nella precisione tecnica.

Il Milan ha più forza nel tempo ma le occasioni sono rimaste rare: Zlatan Ibrahimovic ha mancato di poco il colpo di testa (18esimo), mentre Alessandro Florenzi da lontano (34esimo).

READ  Antonio Giovinazzi entra in Formula E

Ci vuole il secondo tempo per vedere un primo tiro dei rossoneri (Ibrahimovic, 48esimo posto), ma il Napoli ci riesce, facendo intimorire ulteriormente il milanista da parte di Betagna, che Tomori (50esimo posto) ha preso all’estremo.

L’ingresso in campo di Olivier Giroud, dopo circa un mese di assenza (inguine), non è bastato a ribaltare la situazione.

Il francese manda di testa (72) e diventa poi lo sfortunato protagonista del colpo di scena finale di questo incontro teso: mentre il Milan credeva di aver strappato il pareggio al 90′, il VAR inondava di gioia i rossoneri Tifussi che indicavano un fuorigioco dell’attaccante francese su porta di Frank Casey.

Questa decisione alimenterà senza dubbio le discussioni dei prossimi giorni in Italia.

Nella giornata di oggi il Sassuolo ha frenato la Fiorentina (2-2) nonostante il nuovo gol dell’attaccante Viola Dusan Vlahovic. Con il suo 16esimo gol in questa stagione, il serbo ha consolidato la sua posizione di leader nella classifica marcatori.

Con 33 gol nel calendario 2021, prima dell’ultimo incontro di mercoledì contro il Verona, eguaglia anche la prestazione che Cristiano Ronaldo ha realizzato con la Juventus nel 2020. Solo due giocatori hanno fatto meglio nella storia del campionato italiano, ma erano più di 70 anni fa .

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *