Italia: Campione d’inverno a Napoli, e Milan in svantaggio davanti alla Roma

Il Napoli, che si è ripreso contro la Sampdoria (2-0) quattro giorni dopo la prima sconfitta, domenica si è aggiudicato il titolo onorifico di campione d’inverno approfittando dell’impressionante rimonta della Roma nel finale di gara in casa contro il Milan, secondo classificato (2-2 ). ).

A due giornate dalla fine del campionato, il Napoli ha sette punti di vantaggio sulla Juventus (seconda), prossima avversaria di venerdì, e molti si sono uniti anche ai rossoneri (terza) quando erano in vantaggio per 2-0 a quattro minuti dalla fine. dal momento del regolamento.

– Napoli rilancio –

E la Sampdoria ha reso un toccante omaggio pre-partita ai loro ex fasti Gianluca Vialli, morto di cancro al pancreas all’età di 58 anni, e Sinisa Mihajlovic, morto di leucemia a dicembre all’età di 53 anni.

Senza dubbio avrebbe coronato l’onore con una vittoria prestigiosa, ma il Napoli era troppo forte per il Genoa in discesa (18) ed è sceso in dieci prima dell’intervallo.

Il Napoli ha sicuramente sbagliato un rigore in entrata, ma può contare sul decisivo Victor Osimhen: il capocannoniere della Serie A ha staccato la spina con il suo 10° (19°) gol prima di provocare la squalifica diretta per un brutto fallo di Thomas Rincon (39°). Eljif Elmas ha protetto il Napoli con un nuovo calcio di rigore (82′).

Il Napoli ha fugato i dubbi generati dalla prima scivolata in campionato, mercoledì contro l’Inter (0-1), prima di accogliere i bianconeri: “Sarà una grande partita, contro una grande squadra. Ma noi abbiamo una grande squadra”. Osimhen.

– Milano assediata –

Il difensore francese del Milan Pierre Calulu ha aperto le marcature con un colpo di testa su calcio d’angolo (30′), ma i calci piazzati sono già una specialità romana, come hanno ricordato i giallorossi al termine del match.

READ  Perché Face de Bellevarde è così difficile da domare

Mentre il Milan dominava ampiamente i dibattiti, il break è stato fatto da Tommaso Pobega (77), Roger Ibanez, con un colpo di testa da calcio d’angolo (87), e poi Tammy Abraham, su punizione ricevuta (90 + 3), ha eliminato San Sirò. .

“Sappiamo che qui è dura, bisogna avere pazienza… Alla fine ho sentito che era un’opportunità per me, ero lì nel posto giusto”, ha sorriso l’attaccante dell’Inghilterra, anche se la Roma è rimasta sesta o terza . punti dai primi 4.

L’allenatore del Milan Stefano Pioli ha espresso il suo rammarico per “non aver vinto una partita in cui abbiamo giocato bene”. “Dobbiamo continuare a giocare così, ma le partite sono durate 95 minuti…”, ha sospirato.

-Tifosi arrabbiato-

All’Olimpico, la Lazio ha accolto l’Empoli (2-2) davanti a una svolta nord senza ultras, dopo che le autorità sportive hanno chiuso la tribuna dopo le urla razziste dei tifosi laziali a Lecce nei confronti di Samuel Umtiti e Lamic Banda.

Come il Milan, anche la Lazio (quinta) ha rallentato al termine di una partita perfetta, grazie alle reti di Felipe Anderson (secondo) e Mattia Zakani (54). Mi ha sorpreso una risposta di Francesco Caputo (83) e poi un tiro di Razvan Marin (90+4).

Questa volta sono stati i tifosi romanisti e napoletani a fare notizia, con scontri in un’area di sosta autostradale tra romani tifosi diretti a Milano e altri napoletani diretti a Genova.

Questi litigi, a cui hanno preso parte decine di persone, hanno reso necessario l’intervento della polizia e la chiusura temporanea dell’autostrada, secondo i media italiani, che ha indicato un lieve infortunio.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.