Indignazione in Italia dopo la scarcerazione di Giovanni Brusca, ex presidente di Cosa Nostra

Dopo 25 anni di carcere, il 31 maggio la giustizia italiana ha emesso il rilascio dell’ex capomafia italiano Giovanni Brusca. Era l’ex braccio destro di Totò Riina, ed è noto per aver partecipato all’attentato di Capaci del 1992 che ha ucciso il giudice antimafia Falcone e altri quattro.

“È una triste notizia, ma è la legge. In questi termini Maria Falcone, sorella del giudice antimafia Giovanni Falcone, ha descritto la scarcerazione di Giovanni Brusca, responsabile, tra l’altro, dell’omicidio del fratello.Una decisione che ha suscitato non poche reazioni in Italia, dove la carriera di Brusca è famosa e ricorda questioni oscure.

Infatti, come spiega il quotidiano milanese, Giornale :

Giovanni Brusca è entrato molto presto nelle file della mafia, figlio del “super-capo” Bernardo Brusca, membro della mafia di San Giuseppe Gato [près de Palerme en Sicile]. “

Con quasi 150 omicidi al suo attivo, Giovanni Brusca commise il suo primo omicidio all’età di 19 anni, per conto della famiglia Corleone guidata all’epoca da padre Totò Riina.

Ma questi sono altri due casi che porteranno sicuramente il nome Brusca nella storia della mafia italiana. La prima riguarda l’omicidio del giovane Giuseppe Di Matteo, figlio di

[…]

Clara Durand

READ  La crescita potrebbe superare il 5% nel 2021, secondo il governo

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *