Indagine su discariche illegali e discariche di rifiuti

France 2 trasmette giovedì sera il programma “Complément d’Enquête”, dedicato allo scarico illegale. Una quarantina sono stati identificati nelle Bouches-du-Rhône. La relazione indica un altro scandalo, lo scarico illegale, che è una pratica molto redditizia e molto ben regolamentata.

Nel sud della Francia c’è il lavoro sporco svolto dai rifiuti che paga molto.

Secondo Pierre Lallan, che ha scritto un rapporto per “Ulteriori indagini”Ci sono una quarantina di queste discariche illegali, solo nelle Bouches-de-Rhone. Peggio ancora, è risaputo, da anni sfregia l’altopiano di Arbaa, vicino alla stazione del TGV di Aix-en-Provence.

Tonnellate di spazzatura si stendevano fin dove potevo vedere. Sono stati abbandonati lì da aziende senza scrupoli, che non vogliono spendere soldi per eliminarli.

Movimento dei rifiuti

Il denaro è al centro di questo scandalo multiforme, come ha dimostrato il giornalista, che ha indagato sulle reti mafiose sulla spazzatura a Marsiglia.

A Plaine de Crau, è uno scandalo di portata completamente diversa. Spazzatura. Traffico ben organizzato.

“Questo è ciò che abbiamo scoperto nel film. Queste non sono persone piccole che accettano un camion o due qua e là. Pierre Lallan spiega. Sono aziende formali di trasformazione e riciclaggio, Quelli che hanno un’attività legale e autorizzata, e poi hanno un’altra attività rappresentata nel seppellire i rifiuti su terreni privati ​​con la complicità dei suoi proprietari “.

Ulteriori indagini discariche illegali (estratto)

Se le macerie e il legno vengono riciclati facilmente, è più sensibile e più costoso di altri materiali. Quindi alcune aziende preferiscono mettere sotto terra ciò che non possono sviluppare. Lettiera, forse amianto? “Questo è quello che sospettano i gendarmi, che ci siano flussi di rifiuti, forse rifiuti domestici, non ne siamo del tutto sicuri, soprattutto i canali che arrivano dalla Spagna o dall’Italia”.

Fanno soldi per tutti, ma sono pericolosi per l’ambiente e la salute pubblica.

Pierre Lallan Giornalista, “Ulteriori indagini”.

Le autorità incontrano le maggiori difficoltà nel bloccare queste aziende “grigie”, che approfittano di una vetrina per svolgere il loro traffico.

READ  Emma Sliven di Clarigallway si dirigerà verso i Campionati Europei di ginnastica la prossima settimana.

Hanno camion che partono alle 4 o alle 5 del mattino per seppellirli illegalmente e poi fanno lo scarico legale al centro di riciclaggio, ed è molto difficile per le autorità rintracciare tutti questi camion “, Pierre Lallan conferma.

La legge del silenzio

La questione è ulteriormente complicata perché i testimoni non osano parlare. Spesso lo fanno in modo anonimo. “L’abbiamo sentito sul campo. È imbarazzante per molte persone, ed è chiaro che i testimoni erano intimiditi”.

Due anni fa, la Procura della Repubblica di Marsiglia ha creato il Gruppo locale contro la delinquenza (GLTD) dedicato alla lotta contro lo scarico illegale di rifiuti nel comune di Marsiglia. L’obiettivo è incoraggiare l’avvio di azioni penali da parte dell’accusa.

In due anni sono state avviate 155 cause legali. 114 casi sono indagati o perseguiti.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *