Il video mostra la cometa Leonard che passa per la Terra per la prima volta in 80.000 anni

Considerato come la plus grande et la plus brillante de 2021, la comète Leonard (C/2021 A1) a été enregistrée depuis le début du mois par plusieurs observateurs de l’hémisphère nord, qui ont rapporté des osservazioni nu à l’œil dan the notte. Qui in Brasile, dal XVI secolo, molte foto dello “spettacolo” della star sono state condivise sui social network.

La cometa Leonard registrata a Cajazeiras, PB. Foto: Kayo Fabio Correa

La cometa è stata scoperta da Greg J. Leonard nei primi giorni del 2021 dal Mount Lemon Observatory nello stato americano dell’Arizona, e la cometa che porta il nome del suo scopritore ha già lasciato intendere, sin dalle prime previsioni, che “ può diventare molto luminoso e presentare un vero spettacolo nel cielo alla fine dell’anno.

Composto da ghiaccio, polvere e gas congelati dalle regioni più fredde alle estremità del sistema solare, Leonard è diretto verso un incontro ravvicinato con il Sole, previsto per il prossimo terzo giorno, il primo lunedì del 2022.

Diversi veicoli spaziali hanno osservato da vicino come una cometa cambia e si evolve all’aumentare della sua temperatura. In particolare, due satelliti progettati per osservare il Sole stanno seguendo il rapido passaggio di Leonard attraverso la Terra per la prima volta in 80.000 anni: l’orbiter SoloHI e SECCHI/HI-2.

SoloHI, che sta per qualcosa come “l’orbita solare dell’immagine solare”, ha catturato una straordinaria sequenza animata di immagini tra venerdì della scorsa settimana e domenica (17-19) che mostra la cometa che attraversa il suo campo visivo in diagonale.

Nella sequenza di immagini, convertite in un piccolo video, possiamo vedere la Via Lattea, così come Venere e Mercurio, situati nell’angolo in alto a destra. Il fiore è più luminoso e si sposta da sinistra a destra.

Quando SoloHI ha scattato queste immagini, la cometa Laonard si trovava tra il sole e l’astronave, con la coda di gas e polvere puntata verso il satellite. Verso la fine della sequenza di immagini, l’immagine delle due code migliora all’aumentare dell’angolo di visuale con cui vediamo la cometa e SoloHI ottiene una vista laterale della cometa.

L’Osservatorio Solar and Terrestrial Relations (STEREO-A), con il telescopio SECCHI/HI-2, ha seguito l’evoluzione di Leonard dall’inizio di novembre. Il 14° giorno sono state scattate le animazioni della cometa, che l’astrofisico Karl Battams ha condiviso su Twitter.

Secondo la NASA, queste animazioni sono state create sottraendo l’immagine corrente dall’immagine precedente per evidenziare le differenze tra loro, in quella che è nota come “immagine differenza”.

Le diverse immagini sono utili per vedere sottili cambiamenti nella coda ionica di Leonard (una traccia di gas ionizzato che fluisce dal corpo o dal nucleo di una cometa), che diventa più lunga e luminosa al termine dei video.

Leonard si è avvicinato al punto più vicino alla Terra il 12 dicembre, quando ha raggiunto i 34 milioni di km. Al momento della scoperta, distava da noi circa 5 unità astronomiche (AU) (all’incirca la distanza tra Giove e il Sole).

Secondo gli astronomi, anche se la cometa Leonardo sopravvive al suo viaggio intorno al Sole, non verrà mai più vista, poiché deve essere espulsa dal Sistema Solare dopo il perielio (tempo che ricorre una volta all’anno, dopo circa quattordici giorni). Solstizio, intorno al 4 gennaio, quando la Terra è più vicina al sole.

Hai già visto i nuovi video di Netcost-Security su YouTube? Iscriviti al canale!

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *