Il ruolo della pressione sociale

primario

  • Le persone che balbettano non hanno una disabilità del linguaggio quando “parlano da sole”, cioè quando sono sole.
  • Il solo fatto di immaginare che l’ascoltatore stia ascoltando lo farebbe balbettare.
  • Le capacità di ascolto offrono la possibilità di apprezzare socialmente chi parla.

Circa un terzo delle persone che balbetta ha un disturbo d’ansia sociale. Le persone che balbettano sentono questa pressione sociale così forte che potrebbe essere la causa. È quanto suggeriscono i ricercatori americani della New York University Steinhardt in uno studio pubblicato il 9 settembre su Diario sui disturbi della fluidità.

Solo le persone che balbettano parlano fluentemente

I ricercatori ritengono che le persone che balbettano non abbiano un disturbo del linguaggio quando “parlano da sole”, cioè quando sono sole. Il solo fatto di immaginare che l’ascoltatore stia ascoltando lo farebbe balbettare. “Ci sono molte prove aneddotiche che le persone che balbettano non balbettano quando parlano da sole, ma questo fenomeno non è stato confermato in laboratorio, principalmente perché è difficile creare le condizioni in cui le persone pensano di essere veramente sole.Il professor Eric S Jackson, autore principale dello studio.

Per verificare questa teoria, i ricercatori hanno condotto esperimenti su 24 adulti che balbettavano. Li hanno valutati in cinque diverse condizioni: durante la conversazione, la lettura ad alta voce, il discorso privato in cui i partecipanti dovevano pensare che nessuno stesse ascoltando, l’esercizio del discorso privato per due ascoltatori e il discorso spontaneo. Ad eccezione del discorso privato, tutte le circostanze hanno coinvolto i partecipanti che parlavano o leggevano ad altri.

Paura del giudizio

RISULTATI: Durante la conversazione privata l’unica condizione in cui non si sono verificati casi di balbuzie è stata. “Abbiamo sviluppato un nuovo metodo per persuadere i partecipanti che sono soli – e che il loro discorso non sarebbe stato ascoltato dall’ascoltatore – e abbiamo scoperto che gli adulti che balbettano non balbettano in queste condizioni.Note di Eric S. Jackson. Penso che questo dimostri che la balbuzie non è solo un problema “parlante”, ma che fondamentalmente deve esserci una forte componente sociale.. “

READ  Notizie - Facoltà di Scienze e Ingegneria

Per gli autori dello studio, la semplice possibilità dell’ascoltatore presenta la possibilità che l’oratore sia valutato socialmente. Quando l’oratore parla in privato, non c’è componente sociale e quindi non è interessato alla percezione o al giudizio. Per i ricercatori, il prossimo passo è condurre studi sui bambini per capire come si forma e influisce la balbuzie.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *