Il rapporto afferma che il primo trapianto di cuore da maiale a uomo potrebbe essere fallito a causa del virus del maiale

Il medico di un paziente ha scoperto che un uomo del Maryland morto senza una causa apparente due mesi dopo aver ricevuto il suo primo trapianto di cuore di maiale geneticamente modificato potrebbe essere caduto vittima di un virus di maiale legato al trapianto fallito. Revisione della tecnologia del MIT.

Mette in risalto

  • David Bennett Sr., che aveva una malattia cardiaca terminale, ha ricevuto un trapianto di specie incrociate il 7 gennaio presso l’Università del Maryland Medical Center di Baltimora e inizialmente sembrava rispondere bene prima di deteriorarsi inaspettatamente e morire l’8 marzo.
  • Il dottor Bartley Griffiths, il chirurgo dei trapianti di Bennett, ha detto in un webinar dell’American Transplantation Society il mese scorso che il cuore è stato infettato dal CMV nei maiali, che potrebbe aver causato la morte di Bennett. La revisione della tecnologia del MIT ha riferito mercoledì.
  • Questo virus, che può causare sintomi respiratori e complicazioni della gravidanza nei suini, è stato collegato al fallimento dei trapianti di organi tra maiali e babbuini.
  • Il maiale è stato allevato dalla società biotecnologica Revivicor, che ha modificato il genoma del maiale per ridurre il rischio che il corpo di Bennett rigetti il ​​cuore e per prevenire un’eccessiva crescita di tessuto dopo il trapianto.
  • Se il virus causa la morte di Bennett, ha detto Griffiths durante il webinar, è un ostacolo potenzialmente insormontabile nelle operazioni future.
  • Revivicor ha rifiutato di commentare il virus per il MIT Technology Review e non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento di Forbes.

contesto principale

La possibilità che il virus dei suini si adatti per infettare gli esseri umani dopo il trapianto preoccupa i ricercatori, che sperano che i trapianti tra specie un giorno aiuteranno a risolvere una grave carenza di donatori di organi umani. A causa del rischio di trasmissione tra specie diverse di malattie gravi, i trapiantati di animali e i contatti personali, compresi gli animali domestici, dovrebbero essere sottoposti a screening a intervalli regolari, ha affermato un gruppo di ricercatori sui trapianti in un documento pubblicato dal National Center for Biotechnology nel 2013. Informazioni (NCBI). Tuttavia, si ritiene che il CMV suino non infetti gli esseri umani, ha detto al MIT Technology Review, Jay Fishman, specialista in infezioni correlate ai trapianti presso il Massachusetts General Hospital. I babbuini sono stati usati per testare le tecniche di trapianto di maiale per l’uomo e hanno dimostrato il pericolo che il CMV rappresenta per i maiali. Uno studio del 2015 pubblicato dall’NCBI ha rilevato che i trapianti di rene tra maiali e babbuini hanno fallito quasi quattro volte quando il virus era presente e uno studio Nature del 2020 ha rilevato che i trapianti di cuore tra maiali e babbuini infettati dal virus sono falliti rapidamente, mentre i trapianti di cuore senza il virus può durare più di sei mesi. Gli autori dello studio Nature hanno affermato che i cuori infetti avevano livelli estremamente elevati di virus, probabilmente a causa della deliberata soppressione del sistema immunitario del babbuino durante il trapianto o per l’assenza del sistema immunitario. Virus del maiale. Secondo i ricercatori, un essere umano che avesse un cuore infettato dal megalovirus suino avrebbe probabilmente sperimentato la stessa riduzione del tempo di sopravvivenza.

READ  SpaceX begins its 2021 launch campaign Thursday evening

Articolo tradotto dalla rivista americana Forbes – Autore: Zachary Snowdon Smith

<<< Leggi anche: Scienza dei dati e metaverso: dare significato ai dati per sfruttare meglio le opportunità di business >>>

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.