Il Paris Saint-Germain deve interagire con Nimes

Fantastici Quattro

E privando l’allenatore argentino dello squalificato Neymar, non potrà eguagliare la sua famosa squadra dei “Fantastici Quattro” contro i “coccodrilli”.
Ma questo quadrato magico, con Angel Di Maria, Kylian Mbappe e Mauro Icardi attorno al brasiliano, non è comunque necessariamente una soluzione miracolosa. Da quando è tornato dagli infortuni di Nye e Icardi, Pochettino è stato tentato di vedere in questo quadruplo la ricetta perfetta, il suo predecessore Thomas Tuchel ha usato un po ‘.

Hanno battuto felicemente il Montpellier (4-0) al Parc des Princes, ma la ricaduta a Lorient nonostante la debolezza di Neymar, una settimana dopo, ha colpito alla testa. Dopo il ciarlatano contro Merles, “Bush” ha ammesso che la sua squadra “a volte è sbilanciata”. “Stavamo giocando molto in avanti, forse molto velocemente”, ammette. “Continueremo a cercare l’equilibrio, ma siamo vicini all’obiettivo”.

“Vogliamo giocare con i nostri migliori giocatori – ha spiegato lunedì sera all’RMC -. Penso che dovrebbero essere in campo, ma nonostante tutto, è l’equilibrio più importante”. Giocare con tutte le sue star insieme “aiuta a creare un’identità, il loro straordinario talento aiuta a creare una filosofia di gioco”, è stato sviluppato “Poche”. Il tecnico argentino ha proseguito: “Ma va in entrambe le direzioni. Questa filosofia dovrebbe essere loro utile per far brillare i loro talenti”.

I quattro elementi indispensabili

Oltre ai Fantastici Quattro, il Paris Saint-Germain si affida anche ai quattro “Presidenti”, uno per linea, di Keylor Navas per i gol di Neymar in attacco, con Marquinhos in difesa e Marco Verratti al centro. Sfortunatamente per il vice campione, queste “cose ​​indispensabili” non sono supereroi.

READ  Messi, Karatsev, Mladenovic, lo stadio francese: gli alti e i fallimenti del weekend sportivo

Il portiere costaricano si è ripreso da un colpo al petto che gli ha impedito nella ripresa contro il Montpellier e il match di Lorient, ma un dolore alla coscia gli ha impedito di tenere il posto contro il Nimes. Assenti dalla squalifica anche Neymar e il capitano “Marky”, che sta curando anche i suoi parenti, alla luce dello shock del Marsiglia domenica. Il Paris Saint-Germain non ha mai perso in L1 in questa stagione con il brasiliano, il loro leader.

Infine, l’ambiente italiano è la capitale del suo gioco di squadra; Nell’apartheid a causa del Coronavirus. “Marco è chiaramente un grandissimo giocatore, molto importante per la squadra. Ma possiamo vincere la partita del Lorient”, risponde Pochettino. “È molto facile pensare che vinceremo per assenteismo. Parigi ha una forza lavoro enorme, e questa non dovrebbe essere una scusa”.

I quattro perdenti

L’arrivo di Pochettino ha anche alterato gli equilibri della forza lavoro gonfiata al Paris Saint-Germain, e sembra segnalare l’emergere dei “Four Dispensables”, giocatori il cui tempo di gioco è stato ridotto: Mitchell Packer in difesa, Danilo Pereira e Idrissa Gay in al centro e Moise Kane in attacco.

4-2-3-1 Con due recuperi, Leandro Paredes Marco Verratti pareggia, allontanando gli undici centrocampisti meno schierati sotto l’autorità argentina. Danilo del Portogallo ha trasferito l’italiano a Lorient 4-4-2, e il senegalese Guy è diventato un sostituto dopo aver giocato le prime due partite dell’era Pochettino.

Spesso un giocatore schierato nella prima metà della stagione (23 partite), e la squadra olandese ha beneficiato degli infortuni di Juan Bernat (assente fino a marzo) e Levin Kurzawa. Ma il ritorno del nazionale francese a un livello su cui Pochettino sembra contare lo ha messo in panchina.

READ  In una lotta con il suo allenatore, potrebbe lasciare Dzeko

Infine, Moise Kane dell’Italia ha chiaramente superato Icardi nella gerarchia. Pochettino esiste solo da un mese e le posizioni devono ancora essere definite in quest’ultimo quartetto.

Ma se Pochettino favorisce l’ipotesi “incidente” dopo questa sconfitta nei tempi supplementari, allora il PSG deve far deragliare, figo o no, per cancellare l’insulto.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *