Il Giant Moon Rocket della NASA torna in deposito dopo un test fallito

Il nuovo razzo gigante della NASA sulla Luna, l’SLS, sarà rimandato al suo edificio di assemblaggio per le modifiche dopo un primo test fallito sulla rampa di lancio in Florida, ed è quasi certo che tornerà ai decollo nell’estate della sua prima missione.

Nonostante i numerosi tentativi di condurre questo test al Kennedy Space Center, i team dell’agenzia spaziale statunitense hanno riscontrato una serie di problemi, che li hanno portati a decidere di riportare il razzo in un rifugio prima di ritentare questo esercizio finale.

La valvola difettosa in particolare deve essere sostituita, operazione non eseguibile su rampa di lancio.

È stata scoperta anche una perdita durante gli ultimi riempimenti dello stadio principale con idrogeno liquido, che dovrà essere risolta.

“Per ogni nuovo sistema di lancio, quando passa per la prima volta attraverso quel processo, questo è il tipo di cosa che impari”, ha affermato il direttore dello sviluppo dei sistemi Tom Whitmeyer in una conferenza stampa lunedì all’Exploration: Exploration della NASA.

“L’auto stessa funziona molto bene, ma le operazioni sono molto complesse”, ha aggiunto.

Il test consiste nel ripetere tutti i passaggi che hanno preceduto il varo, dal riempimento dei serbatoi al conto alla rovescia finale, una sosta poco prima del varo dei motori.

Il responsabile del lancio di Artemis Charlie Blackwell Thompson ha affermato che la NASA non ha ancora determinato quando intende condurre un nuovo test, ma che le riparazioni all’edificio di assemblaggio richiederanno almeno diverse settimane.

Artemis è il nome dato al programma americano di ritorno sulla luna.

La prima missione, Artemis 1, segnerà il primo volo per l’SLS, il cui sviluppo è in ritardo di anni. La missione si svolgerà senza un astronauta a bordo: la capsula Orion, situata sopra il razzo, sarà spinta sulla Luna e posta in orbita, prima di tornare sulla Terra.

READ  Se stai cercando una VPN veloce, NordVPN offre uno sconto del 65%.

La data del decollo deve essere annunciata dopo la prova generale.

Tom Whitmaier ha dichiarato lunedì che una finestra di lancio era possibile all’inizio di giugno, ma che ora si è rivelata troppo difficile da permettersi.

Le prossime finestre di lancio, definite in modo specifico dalla posizione della Terra e della Luna, vanno dal 29 giugno al 12 luglio, quindi dal 26 luglio al 9 agosto.

Il decollo, inizialmente annunciato a fine 2021, è già stato più volte posticipato.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.