Il genio matematico ha il genere?

Fototeca: La Presse

Matteo Perrault
Giornalismo




Un nuovo studio americano mostra che ci sono tre o quattro volte più uomini tra i geni della matematica rispetto alle donne. E le donne, da parte loro, sono il 50% più numerose tra i geni della comprensione della lettura.

I ricercatori della Duke University nella Carolina del Nord hanno analizzato i risultati di 1,2 milioni di test SAT nazionali effettuati da ragazzi di 13 anni negli ultimi 30 anni. Nei test di matematica, gli uomini superavano le donne 13 volte nel gruppo più dotato – il rapporto che è dello 0,01%, o 1 su 10.000, è il migliore – nel 1981. Quella percentuale è scesa a 7 volte nel 1986, a 4 volte nel 1991 , poi è rimasto stabile (oscillando tra 3,55 e 4,13).

Questo controverso studio – che l’autore dello studio ha preferito per rispondere alle domande e-mail di Labrese – alimenta i sostenitori di “estrema disparità maschile”. Questa teoria è che gli uomini hanno più probabilità delle donne di essere di estrema intelligenza, il che spiega perché si trovano più tra gli abbandoni e i dottorandi in scienze pure e matematica. Va notato che gli autori di questo studio erano interessati ai risultati degli studenti più talentuosi senza concentrarsi sui risultati degli studenti junior.

Nel 2005, durante un discorso, il presidente di Harvard Lawrence Summers ha avanzato questa teoria come possibile spiegazione per il piccolo numero di donne tra i professori di ingegneria, osservazioni che hanno causato un tumulto e hanno costretto il suo licenziamento.

“Teoria distorta”

“È una vecchia teoria che è stata da tempo screditata”, ha detto Louise Cosette, psicologa della Kuala Lumpur State University che ha organizzato una conferenza sull’argomento il mese scorso alla conferenza dell’Associazione francofona per la conoscenza. “Per quanto riguarda questo studio speciale, 20 anni di stabilità nei rapporti tra uomini e donne, non è passato molto tempo che gli uomini per migliaia di anni consideravano le donne meno intelligenti. In ogni caso, i test misurano le prestazioni, non necessariamente l’attitudine per un argomento particolare. “

READ  A Trieste Coffee Science

Altri ricercatori sottolineano che “l’estrema disparità” non si riscontra in tutti i paesi o tra tutti i gruppi etnici. “In Inghilterra, Filippine e Singapore, tra gli altri paesi, non ci sono più uomini che donne tra i migliori punteggi nei test di matematica”, afferma Janet Mertz, psicologa dell’Università del Wisconsin che ha pubblicato diversi studi sull’argomento negli ultimi tempi anni. .

Jonathan Way, lo psicologo del Duca che sta pubblicando lo studio sulla rivista Intelligenza, Replica che gli studi della signora Meretz non riguardavano lo 0,01% dei punteggi migliori, ma solo l’1%. La signora Meretz ha risposto: “Se ci sono differenze interculturali dell’1%, ci sarà anche lo 0,01%”.

Piuttosto una questione di interesse

Numeri a parte, Mertz crede che il campione di Mr. Way non misuri necessariamente l’abilità ma piuttosto l’interesse. “Questo è un test pre-universitario che viene sostenuto per alcuni ragazzi di 13 anni se sono dotati e se vogliono avanzare più velocemente in matematica. Il mio primo figlio lo ha fatto all’età di 13 anni, ma non il mio secondo, perché non vuole essere classificato come A. Diligente. È del tutto possibile che le ragazze all’età di 13 anni siano meno inclini socialmente a impegnarsi in attività extracurriculari in matematica perché hanno altri interessi sociali.

Lo psicologo del Wisconsin non esclude che l’attuale percentuale di donne con un dottorato in matematica (29% nel 2006 negli Stati Uniti, rapporto due uomini-uno) rifletta i desideri delle donne, non il sessismo femminile. Università. Ma non stiamo parlando delle loro capacità. L’interesse delle ragazze per la matematica e la scienza può essere sostenuto attraverso una buona politica pubblica.

READ  Science Po Paris: segni antisemiti sul davanti

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *