Il G7 è determinato a rafforzare il proprio sostegno all’Ucraina

AA/Berlino/Oliver Towne, Nea

Il ministro degli Esteri tedesco Analina Berbock ha dichiarato giovedì che i paesi del G7 rimarranno fermi nel sostenere l’Ucraina nella sua lotta contro la Russia.

“Come G-7, oggi abbiamo chiarito che non rinunceremo al nostro sostegno all’Ucraina. Non mentre la Russia sta conducendo questa brutale e illegale guerra di aggressione. Anche il popolo ucraino si batte per la nostra libertà”. , ha detto Berbock durante una conferenza stampa a Berlino con il suo omologo danese Lars Lucke.

Il ministro tedesco, il cui paese guida il G7 fino alla fine dell’anno, ha indicato di aver tenuto oggi un incontro virtuale con altri ministri degli Esteri del G7, con l’obiettivo di aumentare il sostegno all’Ucraina.

In un comunicato stampa, i ministri degli Esteri del G7, vale a dire Germania, Canada, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone, Regno Unito e l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea, hanno condannato ancora una volta con la massima fermezza la posizione della Russia di un illegale, guerra di aggressione non provocata e non provocata contro l’Ucraina.

Hanno anche espresso la loro “piena solidarietà e sostegno incrollabile all’Ucraina e al suo popolo, finché sarà necessario”.

Gli Stati membri del G7 hanno poi ribadito la loro “piena intenzione di continuare a coordinare l’assistenza finanziaria, materiale, umanitaria, di difesa, politica, tecnica e legale per sostenere l’Ucraina nella difesa della sua sovranità e integrità territoriale”.

Hanno ribadito la loro “determinazione ad attuare le sanzioni senza precedenti che sono state coordinate in risposta alla guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina”.

Da parte sua, il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha affermato che il G7 stanzierà ancora una volta non meno di 32 miliardi di dollari per i prossimi anni come parte del sostegno di bilancio all’Ucraina.

READ  Offerte speciali, noleggio stagionale, internazionale... Veepee Voyage ambizioni 🔑

Sono previsti altri impegni finanziari, secondo Christian Lindner, che ha aggiunto: “32 miliardi di dollari sono un segnale forte, ma c’è la concreta possibilità che non bastino”.

Secondo il ministero delle Finanze tedesco, quest’anno i paesi del G7 hanno concesso all’Ucraina 32,7 miliardi di dollari di sostegno al bilancio.

Questi fondi forniscono servizi pubblici di base al paese dilaniato dalla guerra, compreso il pagamento delle pensioni e degli stipendi dei dipendenti pubblici. Gli Stati Uniti sono senza dubbio il principale sostenitore finanziario dell’Ucraina.

* Tradotto dall’inglese da Mourad Belhaj


Solo una parte dei messaggi inviati, che l’Agenzia Anadolu trasmette ai suoi abbonati tramite il Sistema di radiodiffusione interno (HAS), viene trasmessa sul sito web di AA, in forma abbreviata. Contattaci per iscriverti.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.