Il diritto all’aborto è a rischio negli Stati Uniti

La presenza di una maggioranza di giudici conservatori solleva preoccupazioni per il peggio in termini di diritto all’aborto negli Stati Uniti.

• Leggi anche: Il diritto all’aborto è in via di estinzione

• Leggi anche: Il futuro del diritto all’aborto in discussione alla Corte Suprema degli Stati Uniti

“Abbiamo un contrappeso molto utile ai conservatori nella Corte Suprema. 6 su 9”, riferisce Luc Laliberte su LCN domenica.

Questo difetto è dovuto in parte alle tre nomine dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump in soli quattro anni.

Tuttavia, nel 1973, sotto il governo di Ru F. Wade, il diritto all’aborto era garantito.

“La strategia in alcuni stati nelle ultime settimane non è stata quella di invertire la depenalizzazione dell’aborto. Dal 1973 possiamo abortire, quello che stiamo cercando di fare tra gli oppositori del diritto all’aborto è limitare l’accesso”, spiega lo specialista.

Non ha cambiato alcuni stati per aggiungere condizioni più difficili per i pazienti e richieste molto elevate su alcune cliniche mediche.

“La novità è che questa volta siamo aperti tra i giudici a rivedere la depenalizzazione dell’aborto (…) Mi occupo di politica statunitense da anni e questa è la prima volta che siamo anche vicini alla depenalizzazione di questa disposizione”, spiega il sig. .Laliberte.

Guarda l’intervista completa nel video qui sopra.

READ  Veglia che segna Tiananmen a Hong Kong | Jimmy Lai e altri due attivisti per la democrazia

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *