I dati sensibili di Samsung sono stati divulgati a ChatGPT dai dipendenti

I dati sensibili di Samsung sono stati divulgati a ChatGPT dai dipendenti

Dal nostro corrispondente a Seoul,

se chiacchierata Rivelati dati confidenziali di Samsung Electronics, semplicemente perché i dipendenti dell’azienda sudcoreana gli avevano fornito queste informazioni… ChatGPT è un agente di chat, e continua a migliorare attraverso scambi che parlano con gli utenti. Cioè, affina le sue conoscenze grazie alle conversazioni e alle richieste che gli vengono fatte. Tutto ciò che gli viene trasmesso viene convertito in dati di apprendimento, il che consente di migliorare costantemente le prestazioni dell’IA. Ma il risultato è che ciò che condividiamo con ChatGPT, probabilmente lo condividiamo anche con altri utenti.

Dispersione nei semiconduttori

Sembra che i dipendenti dell’azienda abbiano divulgato informazioni riservate in tre occasioni. Per la prima volta, qualcuno che ha riscontrato un problema nell’implementazione di un programma di download del database ha copiato l’intero codice sorgente in ChatGPT in modo che potessimo offrirgli una soluzione. Quindi, qualcun altro ha voluto “ottimizzare” un codice per renderlo più efficiente, quindi ha ottenuto tutte le informazioni affinché l’IA lo facesse. Infine, la terza persona converte il verbale della riunione registrato sul proprio telefono e lo inoltra a ChatGPT chiedendogli di fare una presentazione.

Da ascoltare anche: [Décryptage] GPT chat, il bot che suscita ammirazione e ansia

Tre errori hanno portato in modo significativo alla fuga di alcuni dati nel settore dei semiconduttori. Ho subito deciso di limitare le capacità di download di ChatGPT a 1024 byte per persona e ho avviato un’indagine sulle varie fughe di notizie.

Samsung vuole creare il proprio servizio AI

L’azienda prevede di creare una propria intelligenza artificiale per semplificare il lavoro dei propri dipendenti senza divulgare dati riservati. Sono stati organizzati webinar per i dirigenti dell’azienda per consentire loro di adattarsi agli sviluppi tecnologici.

READ  Un intimo festival invernale all'aperto nella Vallée Bras-du-Nord

L’ironia è che Samsung ha già considerato che l’uso dell’IA può portare a potenziali fughe di dati, perché solo alcuni dipendenti sono autorizzati a utilizzare ChatGPT per comprenderne meglio il potenziale. Sembra impossibile per Samsung recuperare i dati trapelati, perché nella guida per l’utente AI è chiaramente affermato che le informazioni sensibili nelle conversazioni non devono essere divulgate.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *