Holly firma il miglior risultato della sua carriera

Il ciclista Hugo Holly ha appena segnato il meglio della sua carriera a Terreno-Adriatico, una gara in un tour mondiale in cui gli ex vincitori del Tour de France e molte altre grandi star hanno raggiunto la top ten.

Lo stadio è stato molto duro in Italia e le posizioni d’onore sono state molto contese nonostante le piogge fredde.

Tadige Bogar, Egan Bernal, Vincenzo Nepalese, Roman Bardet, Nero Quintana e, molto vicino a loro, Hugo Holly, si libera temporaneamente dai suoi obblighi di membro esemplare del team.

Dopo aver perso tempo durante la quinta tappa di Terrain, il capitano Jacob Vogelsang si è messo al servizio del Quebec per proteggerlo, una situazione insolita che gli ha dato grande piacere. Alla fine, Holly ha conquistato il tredicesimo posto nella classifica generale. Se non fosse stato per la strategia dei primi giorni, si sarebbe comportato meglio.

Risultato importante

L’ultimo esperimento di 10,1 km martedì è stato troppo breve per cambiare la gerarchia. Lo sloveno Bougar, 22 anni, vincitore dell’ultimo Tour de France, ha battuto il belga Woot.
Van Ayrt.

Sempre umile, il Quebec di 30 anni non ha nascosto la sua gioia. Immediatamente dopo l’evento, Hole ha avuto un viaggio di sette ore per arrivare a casa sua a Monaco durante la notte.

“Non stavo aspettando questo. Sono bloccato nella top ten e il migliore al mondo. È stato un piacere vedere Jacob farlo per me. Questo è un risultato molto importante per me. Abbiamo anche vinto la squadra. classifica “, ha spiegato Holly.

Guillaume Boivin, che ha contribuito al successo del team Israel Start-Up Nation a Tirino, ha elogiato la prestazione del connazionale. “Essere davanti qui è un risultato enorme. Non puoi nasconderti. Ci sono volute molta forza e mente”.

READ  La potente mafia calabrese al centro del "processo del secolo"

Anche l’uomo d’affari Luis Garneau ha commentato: “Non so che un altro concorrente abbia progettato in questo modo”.

Molto meglio

L’atleta Sainte-Perpétue conosce anche il rigore dei sacrifici che lo hanno portato al vertice. Espatriato, pandemia e altro ancora, manca la famiglia.

Con un approccio ai classici delle Fiandre in Belgio, Holly dovrebbe essere il leader designato del suo team Astana-Premier Tech. Gand-Wevelgem o il leggendario tour delle Fiandre? Non importava.

Ha detto: “Mi piacerebbe entrare tra i primi dieci in una o nell’altra delle gare”.

“Hugo è un combattente. Ha un sogno e sta facendo del suo meglio per realizzarlo”, conclude sua madre, Diane Allard.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *