Guillermo del Toro porta Pinocchio nell’Italia di Mussolini nel sublime trailer del film Netflix

Per quindici anni Guillermo del Toro ha voluto offrire la sua versione del famoso racconto Pinocchiopiù oscuro, in cui il burattino e il suo creatore Geppetto vivono sotto il regime fascista italiano negli anni ’30. Il regista ha cercato di vendere la sua interpretazione di Pinocchio agli studi e ai produttori di Hollywood per anni prima che Netflix acquistasse finalmente i diritti nel 2018.

Dopo mezza carriera lottando per realizzare il suo film e 1.000 giorni di riprese, la piattaforma svela oggi il trailer della versione Del Toro delle avventure del piccolo burattino di legno in stop-motion.

I personaggi del vecchio scultore in legno Geppetto e del suo esuberante burattino dal naso snello, Pinocchio, tratto da un romanzo italiano del 1883 e reso popolare dalla Disney, si ritrovano così proiettati nell’Italia di Mussolini di saluti militari, rigoroso conformismo e violento machismo in questo film d’animazione che uscirà su Netflix il 9 dicembre.

Vedi anche su Konbini

“Volevo [situer le film] in un momento in cui comportarsi come un burattino era una buona cosa”Guillermo del Toro ha detto all’AFP. “Volevo che Pinocchio disobbedisse”ha aggiunto il regista messicano. “Quella [Pinocchio]che è l’unico burattino, non si comporta come un burattino.

Se il regista premio Oscar nel 2018 per il suo fantastico film La forma dell’acqua è sempre stato affascinato dall’animazione, questa è la sua prima produzione di questo tipo. E l’uso di immagini generate al computer, come si vede negli ultimi remake live-action dei classici Disney, non è mai stato un’opzione.

Lo stop-motion lo consente “esplorare cose particolarmente toccanti e profondamente spirituali”ma è un “tecnica sempre in via di estinzione”ha osservato il signor Del Toro. “Ci sono solo fanatici pazzi a cui legare per tenerla in vita.” Lo stop-motion, noto per la sua difficoltà, è una delle tecniche più antiche del cinema, che consiste nello scattare foto successive di oggetti inanimati per dare loro l’illusione del movimento.

READ  Italia: Adam Ounas pronto a riconnettersi con i Verdi

Su una colonna sonora originale di Alexandre Desplat, la storia sarà narrata da Ewan McGregor, che presta la voce a Sebastian J. Cricket, insieme a Gregory Mann nei panni di Pinocchio e David Bradley nei panni di Geppetto. Finn Wolfhard, Cate Blanchett, John Turturro, Ron Perlman, Tim Blake Nelson, Burn Gorman, Christoph Waltz e Tilda Swinton completano il cast vocale del film che si preannuncia un grande successo.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.