Formula 1 | Briatore spiega il suo nuovo ruolo in Formula 1

Flavio Briatore ha parlato del suo nuovo ruolo in Formula 1 dal suo ritorno quest’anno.

L’ex boss della Benetton sarà per sempre associato non solo all’ascesa di questa squadra ai vertici dello sport con Michael Schumacher e Ross Brawn a metà degli anni ’90, ma anche agli eventi della Renault un decennio dopo.

Dieci anni dopo la doppietta Benetton/Schumacher, Briatore ha ripetuto l’impresa con Renault e Fernando Alonso nel 2005 e ha mantenuto entrambi i campionati la stagione successiva.

Ma dopo che lo spagnolo ha trascorso una stagione alla McLaren, è tornato alla Renault nel 2008, l’anno che ha visto la popolare controversia “crushgate” al Gran Premio di Singapore.

Briatore è stato inizialmente bandito dalla F1 a tempo indeterminato prima che la decisione fosse annullata nel 2010, ma poi ha detto che non sarebbe tornato allo sport.

Tuttavia, 12 anni dopo, il 72enne italiano è stato visto in griglia prima delle gare – e questo perché, come riportato a marzo, ora ha un ruolo dal punto di vista lavorativo.

“Il mio legame con Bernie Ecclestone non è mai stato interrotto”, Briatore spiega a Sport Bild.

“Il mio legame è con Stefano Domenicali (CEO di F1), né sono un caro amico di Stefano e sono tornato solo grazie a lui”.

L’ufficio di Briatore si trova proprio accanto a Domenicali.

“La Formula 1 è cambiata con l’acquisizione di Liberty Media negli ultimi anni, in meglio. Le gare sono diventate più emozionanti perché le regole sono cambiate. Ma anche l’ambiente è diverso. L’intrattenimento completo per sponsor e ospiti speciali è davvero buono, ma voglio alzare il livello della mia esperienza”.

READ  I "spettatori" italiani e indiani di Anthony Davis hanno acceso Internet!

Gran parte del portafoglio di attività di Briatore oggi è basato sulla ristorazione.

“Abbiamo 1.300 dipendenti in tutto il mondo. Stefano mi ha chiesto se potevo trasferire i miei contatti e la mia esperienza dalla mia carriera a questa nuova Formula 1. Non ho esitato un secondo. Ho potuto portare tutta questa esperienza e questi contatti, tutti in tutto il mondo, sia che si trattasse di negoziare nuovi sponsor, lead o servizi VIP”.

“Lo faccio per Stefano e per divertimento. Ho messo manager in tutte le mie aziende e non voglio più occuparmi di tutto da solo. Lo faccio da abbastanza tempo. Sono felice e così felice di essere tornato in Formula 1 mi sento come a casa”.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.