Firmano i nuovi uffici di AstraZeneca a Tétris e JLL, che vengono costituiti a MIND Milano

MIND, il nuovo distretto milanese dedicato all’innovazione, accoglie le nuove sedi italiane di AstraZeneca. Il progetto, realizzato da Tétris, pone la sostenibilità e l’innovazione al centro del design.

Per la sua sede in Italia, AstraZeneca ha scelto Milano e il MIND (Milano Innovation District), che sono stati realizzati sugli spazi utilizzati per l’Expo 2015. I nuovi uffici del gruppo farmaceutico sono stati firmati dall’azienda italiana Tétris (Gruppo JLL), che è specializzata nello sviluppo di spazi professionali. In quattro mesi sono stati eseguiti i lavori di ristrutturazione degli edifici interni, con la responsabilità dello sviluppo del progetto in Disegno e costruzione.

AstraZeneca è la prima ad insediarsi nel villaggio di Mind, i cui edifici sono stati trasformati per l’Expo 2015 secondo i principi dell’economia circolare. Gli uffici sono costruiti secondo principi di progettazione e costruzione sostenibili che promuovono il risparmio idrico ed energetico con l’obiettivo di ottenere la certificazione LEED Interior Design + Building Gold Level –
“Siamo orgogliosi di aver creato la nuova sede di AstraZeneca, in un contesto importante per il rinnovamento urbano di Milano come quello del MIND Milano Innovation District, e lo abbiamo fatto supportando il cambiamento culturale dell’azienda attraverso un concept che trascende il tradizionale posto di lavoro e l’ambizione di creare uno spazio altamente sostenibile”.commentato Filippo SorduyE CEO di Tetris. “Volevamo creare non solo un luogo di lavoro ma un ambiente esperienziale, dove le persone siano felici di recarsi per svolgere le proprie attività lavorative e sociali perché la nuova mission dell’ufficio sarà sempre più quella di essere una destinazione che faciliti il ​​senso di appartenenza, la creatività , imparare e generare esperienze da vivere”.

READ  [Billet d'humour] Vite dei grandi: Phil Fredo Barreto

Visite guidate in un ambiente di lavoro flessibile

Il progetto interno mira a creare uno spazio di lavoro dinamico, flessibile e all’avanguardia per migliorare il più possibile il benessere dei dipendenti. Il risultato sono ambienti progettati per valorizzare l’identità del marchio attraverso un approccio basato sulla sostenibilità che migliora la qualità ambientale degli ambienti, promuovendo abitudini sane e rispetto per il pianeta. Sono state conservate le strutture lignee interne portanti l’ex padiglione espositivo, che definiscono il DNA del progetto. L’involucro esistente offre un bellissimo spazio su due livelli: circa 3000 mq di spazi flessibili pensati per favorire l’inclusione e migliorare la qualità del lavoro e della vita. Uno spazio vivace e arioso caratterizzato dall’uso estensivo di vivacità e materiali naturali come il legno e dall’introduzione di forme e linee sottili e organiche negli spazi che danno un senso di lusso e fluidità. Per migliorare il rapporto tra uomo e natura.

biofilia e Colore verde il design

Per il concept del progetto, Tétris si è ispirata alla costante esigenza del benessere del corpo e della mente umana di esprimere la filosofia di “una mente sana in un corpo sano” attraverso il design e creare così una connessione tra l’uomo, la sua anima e vuoto. Un concetto che si replica con la creazione di spazi di lavoro multifunzionali. Ogni ambiente stimola i cinque sensi in modo diverso e, integrando materiali, texture, mobili e colori diversi, consente di vivere più esperienze nello stesso spazio.
biofilia e Colore verde Il design sono i veri eroi del progetto. Lo spazio esterno che si estende interamente attorno al perimetro dell’edificio diventa tutt’uno con l’interno grazie all’inserimento di elementi naturali: la grande parete verde chiaro che fa da sfondo alla reception, piante sospese al soffitto e piantumazioni integrate nell’arredo , migliora il comfort acustico e visivo, migliora la qualità dell’aria e crea un’atmosfera di benessere e rinnovamento per mente e corpo.

READ  Il traffico è limitato al Grand-Saint-Bernard di solito in caso di tempesta

Al piano terra, lo spazio condominiale è il cuore pulsante dell’intero locale. A cominciare dalla ricezione “verde”, che, come il filtro, riceve e trasmette i flussi dell’intero edificio e accompagna le persone. Dietro c’è un ampio spazio di socializzazione e interazione spontanea che ricrea l’atmosfera di un vero caffè. Le diverse tipologie di tavoli e sedie consentono di utilizzare lo spazio in modo flessibile, sia per le pause pranzo, i caffè, gli scambi casuali, l’organizzazione del lavoro di squadra o l’accoglienza dei clienti.

C’è poi l’area più intima, con spazi operativi destinati a funzioni specifiche e sale riunioni, che culminano nella focus area. Questo spazio è pensato per richiamare l’atmosfera della biblioteca, con postazioni di lavoro individuali per attività di focus e piccole stanze dove separarsi e rilassarsi su sedie a dondolo.

Sull’altro lato dell’edificio si sviluppa un’area “celebrazione”. È un grande spazio modulare che può essere diviso all’occorrenza. Pareti divisorie pieghevoli, schermi su ruote, gradini morbidi e imbottiti e mobili lounge consentono un uso grazioso di uno spazio che può essere facilmente riconfigurato per ospitare eventi aziendali, attività di formazione o riunioni.

Il piano superiore è più dedicato alle attività operative e al lavoro individuale. Il personale è invitato a scegliere tra una varietà di spazi di lavoro: aree collaborative, cabine di messa a fuoco individuali, cabine telefoniche per chiamate, sale relax e piccole chat room informali. Non mancano le postazioni di lavoro tradizionali (non assegnate) organizzate sulle isole di lavoro.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.