FIFA World Cup: il viaggio di una vita per 7 canadesi in Qatar

Doha, Qatar | Immagina sette uomini che non si conoscono intraprendono il viaggio di una vita ai Mondiali.

• Leggi anche: La Francia nella finale dei Mondiali!

• Leggi anche: Il castello cade

Questo è quello che stanno attraversando Louis Payette, un Quebec che vive nella zona di Toronto, e altri sei residenti di Toronto in questo momento. Sono arrivati ​​a Doha lunedì per trascorrere lì l’ultima settimana della Coppa del Mondo.

“Il mio amico Will Ramjas sta facendo la sua terza Coppa del Mondo. È stato anche in Germania e in Brasile. Ha fatto una telefonata a tutti i suoi amici di diversa estrazione, e siamo in sei a rispondere alla chiamata”, precisa Louis seduto in veranda mentre il rappresentante della rivista sorseggia un frullato con lui.

“Nelle partite precedenti aveva assistito solo alle partite della fase a gironi, ma questa volta ci siamo detti che avremmo fatto il possibile con le semifinali e la finale”.

Pianificazione

Va tutto bene per un progetto come questo, ma devi comunque procurarti i biglietti per le partite prima di acquistare i biglietti aerei.

“Non ci saremmo mai aspettati di ottenere la nostra assegnazione completa dei biglietti e non mi facevo illusioni. Abbiamo ricevuto la notizia a giugno e ci siamo detti che dovevamo pagare ora”, dice con una risata.

E lì ho cominciato a tessere i legami tra i sette uomini.

Prima di partire non ci conoscevamo, ci siamo incontrati più volte per organizzare il viaggio. Tutti gli uomini provengono da ambienti diversi. Ci sono Quebec, colombiani, uomini delle Indie Occidentali e tutti noi della Grande Toronto.

“Siamo tutti tifosi di squadre diverse, il che è davvero divertente. Abbiamo uno che è pro-Francia e uno che è pro-Argentina”.

READ  NBA DFS, 2021: Top FanDuel, DraftKings Tournament Picks, Jan.1 Tip from a Daily Professional Fantasy

Potrebbe essere bellissimo nella finale di domenica.

puntura

Dovresti sapere che Louis Payet si è sviluppato nel mondo dello sport per 30 anni. Così ha visto gli altri. Ha lavorato nella squadra di corsa dell’atleta e ha corso all’interno alle Olimpiadi di Vancouver nel 2010.

“Volevo rivivere quell’altezza. Ho fatto 21 giorni nella bolla olimpica nel 2010 e ne sono rimasto affascinato.

“Ho vissuto la partita per la medaglia d’oro con il Canada in quel momento e non pensavo che avrei mai rivissuto un evento oltre a quello, ma non sarebbe stato troppo lontano. [Lionel] Messi che è il migliore contro [Kylian] Mbappé, chi sarà il prossimo…” Se ne va strizzando gli occhi mentre ricorda di aver assistito anche a una partita tra Italia e Irlanda a New York durante la Coppa del Mondo FIFA 1994.

favore

I sette uomini colgono l’occasione per restituire il favore sapendo che non a tutti viene concessa una settimana da sogno come la loro.

Abbiamo aggiunto una componente di beneficenza perché sappiamo di essere speciali. Abbiamo invitato le persone sui nostri social network a donare $ 100 per ogni obiettivo del Canada.

Anche se avrebbe voluto che il Canada segnasse più gol, Louis Payet è orgoglioso di dire che lui ei suoi amici hanno raccolto una bella somma per una buona causa.

“Abbiamo tutti donato $ 500 ciascuno. Finora abbiamo raccolto quasi $ 6.000 per la Ronald McDonald House Foundation”.

Condizioni

Ovviamente, non puoi venire in Qatar ignorando la triste situazione dei diritti umani del paese, il trattamento riservato alla comunità LGBTQ+ e le disuguaglianze che colpiscono le donne.

READ  Parigi Nizza | Hugo Holly si è classificato 13° assoluto

Louis Payet ha scelto di venire qui con una mente aperta.

Non puoi ignorare ciò che hai letto e sentito e ciò che è orribile. Ma abbiamo scelto di concentrarci sul lato sportivo e questo non è deludente.

“Anche tu vuoi prendere una decisione. Pensiamo che il nostro emisfero sia onnisciente e onnisciente, ma siamo tutt’altro che perfetti. Il modo in cui abbiamo affrontato i nostri primi stati, non abbiamo neanche un passato glorioso .”

Hai qualche informazione che vuoi condividere con noi su questa storia?

Hai uno scoop che potrebbe interessare i nostri lettori?

Scrivici a o chiamaci direttamente a 1 PALETTA 800-63.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.