F1: Sequestrato un edificio della famiglia Mazepin in Italia

In una dichiarazione lunedì, la Guardia di Finanza italiana ha confermato che l’Italia ha confiscato immobili per un valore di 114,32 milioni di dollari appartenenti a Nikita Mazepin e suo padre, Dimitri.

L’ex pilota di Formula 1 della Haas e suo padre erano nell’elenco delle persone sanzionate dall’Unione Europea all’inizio di marzo dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

L’Unione Europea ha descritto Mazepin Sr. come “un membro della cerchia più stretta di Vladimir Putin” da quando il presidente russo ha convocato a febbraio una riunione di altri 36 uomini d’affari per discutere dell’impatto delle sanzioni sulla Russia.

La struttura è un complesso di appartamenti a Portisco, in Sardegna.

La proprietà sequestrata è un complesso di appartamenti in Portesque. La dichiarazione aggiungeva che la proprietà è collegata alla proprietà Mazpins tramite una “società straniera”.

Durante la stagione 2021 ha guidato il giovane Mazepin nella squadra dell’Haas de F. Il suo contratto è stato risolto il 5 marzo a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

Lo stesso giorno, Hass ha anche concluso un accordo di sponsorizzazione del titolo con Uralkali, un produttore chimico russo in parte di proprietà della Uralchem ​​Company di Dmitry Mazepin.

Per saperne di più sulle conseguenze sportive della guerra in Ucraina, consulta il nostro dossier, oltre al Il profilo dei nostri colleghi di Noovo Info.

READ  Offerte speciali, noleggio stagionale, internazionale... Veepee Voyage ambizioni 🔑

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.