Euro 2021: “Mbappe fa paura” ma Ancelotti vede una finale tra Italia e Inghilterra

È uno degli allenatori più rispettati del settore, un allenatore la cui parola è oro. Il futuro allenatore del Real Madrid, che succederà a Zinedine Zidane, Carlo Ancelotti, è intervenuto venerdì sulle colonne del quotidiano italiano. Giornale Al via di Euro 2 021 i cui ottavi di finale iniziano questo sabato, in particolare, con una sfida sconcertante tra Italia e Austria.

Per l’ex tecnico del Paris Saint-Germain, la Squadra Azzurra è una delle scelte preferite della competizione. Prestigio ottenuto durante la prima fase della competizione completa con 3 vittorie in 3 partite, 7 gol fatti e… non ha subito nulla. “Gioca un calcio offensivo, senza calcoli. Ha un’organizzazione difensiva collaudata e ha dei giovani dal cuore solido che garantiscono gare ed entusiasmo”, dice entusiasta Ancelotti.

In effetti, “Al-Sayed” è un ex centrocampista che vede alcune somiglianze tra questa generazione e la sua. “Ci sono alcuni dettagli che mi ricordano la squadra del Mondiale 1990 in cui ho giocato. C’eri e respiravi, come adesso, lo stesso entusiasmo. In tre anni lui (Nota del redattore: Coach Roberto ManciniHa lavorato con lo stesso sistema di gioco con cui i Blues si sentono a proprio agio, ha cambiato alcuni campioni ma ha mantenuto lo stesso stile di gioco”. Oltre ai risultati, ho visto un gruppo compatto e una squadra che giocava da squadra in ogni circostanza. Un altro fatto comune: al primo turno Mancini non ha subito gol, come è successo a noi in questa occasione”.

Nel 1990, l’Italia aveva visto fermarsi la semifinale contro l’argentino Maradona. Questa volta Ancelotti vede la selezione arrivare in finale… e affrontare l’Inghilterra. “L’avevo detto prima dell’inizio dell’Europeo e lo ripeto ora: vedo Inghilterra e Italia in finale. I primi risultati sembrano confermare le mie aspettative. Spero che finisca così”. Un risultato realistico perché le due squadre sono due lati diversi del tavolo. Ma gli italiani sono riusciti a trovare la Francia e Mbappé in semifinale. L’attaccante dei Blues che impressiona Ancelotti. Il Belgio incarnato in Lukaku, il Portogallo ha il suo diamante con CR7 (Ronaldo), in Francia, Mbappe fa paura”.

READ  Il colombiano Egan Bernal gira in tour in Italia

Elogio per Minyan

L’allenatore, che ha vinto una tripletta in Champions League (con Milan e Real Madrid), ha parlato anche del centrocampista Marco Verratti, che era alle sue dipendenze al Paris Saint-Germain. Lo conosco bene, l’ho allenato a Parigi. È una bella figura alla quale ha ormai aggiunto un’esperienza internazionale. È uno dei pochi della rosa azzurra ad aver giocato in Champions League. Anche questa qualità conterà. “

Infine, Ancelotti, che ha lasciato il segno su Paris Saint-Germain e Milan, è tornato al trasferimento del portiere Gianluigi Donnarumma dal club lombardo al Paris Saint-Germain. È chiaro che il club italiano esce vittorioso con l’arrivo del portiere francese Mike Minnen. Ho parlato con Paolo Maldini (L’allenatore del Milan) Gli ho espresso la mia soddisfazione. Minian, lo conosco: quando ero al PSG era un ragazzino pieno di talento, e mi sono allenato spesso con la prima squadra. È un tecnico molto freddo. Vedrai, con lui, non sarà mai sorprendente, ma sarà sempre molto tangibile ed efficace. “

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *