Dopo essere arrivato quarto alle Olimpiadi, Beren Lafont è ancora in corsa per il Crystal Globe

Dopo aver portato a casa una medaglia di cioccolato alle Olimpiadi di Pechino, la campionessa olimpica 2018 Beren Lafont potrebbe ancora concludere la sua stagione con un trofeo. Tre round prima della fine della stagione, la quattro volte vincitrice della Coppa del Mondo è ancora in corsa per completare la sua collezione di sfere di cristallo. Attualmente è seconda in entrambi i singoli (dietro la giapponese Anri Kawamura), nei duelli (dietro l’australiano Jakara Anthony) e nella classifica generale in Emperors, dietro al campione olimpico Jakara Anthony.

Due le tappe e tre round tra cui scegliere tra questi primi tre: un duello in Italia, sabato a Chiesa Valmelenco e due in casa in Francia, a Megève (uno venerdì 18 e un duello sabato 19) prima del lancio degli sci fuori. competizione in questa stagione.

Tornata al lavoro in Italia, la grande domanda rimane: Beren Lafont ha interiorizzato il suo fallimento alle Olimpiadi di Pechino e il suo quarto posto? Abbastanza da ricaricare a fine stagione? “Ci sono molti sentimenti di tristezza e frustrazione perché tutto quel duro lavoro e sacrificio non ha dato i suoi frutti. Lì, ho perso un po’ di fiamma”, Ho spiegato un mese fa, è tornata in Francia.

“Devi convincerti che ci sono ancora cose belle da cercare. Se andiamo a cercare i globi, siamo ben lontani dal perdere la stagione”.

Ludovic Didier, allenatore dei Blues

“Sì, hai lasciato tracceammette Ludovic Didier, l’allenatore dei blues. Normale. Siamo tutti profondamente colpiti. Abbiamo iniziato questa esperienza olimpica perfettamente e abbiamo fatto il lavoro. E francamente, l’ingiustizia con Ben (Cavite, controverso quarto posto, dopo aver estromesso il giapponese Hiroshima, bronzo) ha frantumato il weekend per entrare, colpisce tutti, soprattutto Beren. (che ha gareggiato il giorno successivo). Non è solo il motivo (dal 4° posto a Lafont), ma lei. Mi sono innervosito in finale. Sfortunatamente, non è stata in grado di portare il suo solito pattino per una medaglia, quando le è tornato utile. Partiamo questo fine settimana con tanto rimpianto e tristezza. »

READ  Martedì la guerra in Ucraina entra nel suo quarto mese - rts.ch

I Blues hanno ripreso ad allenarsi all’inizio di marzo, dopo una pausa di base e il ritorno a casa per l’Ariégeoise. In particolare nella località della sua infanzia, a Mont Ulm, Lafont ha organizzato la prima edizione del “Pirenne Lafont Winter Camp”, una giornata alla scoperta del surf.

“Hanno anche pattinato con gli amici prima dell’allenamento, per liberarsi dello stress, spiega Didier. L’ho fatto bene. Lei è in un ottimo stato d’animo. Ora devi convincerti che ci sono ancora cose belle da cercare. Se andiamo a caccia di globi, siamo ben lontani dal perdere la stagione. Sì, l’obiettivo primario era una medaglia olimpica, ma è uno sport, dobbiamo smetterla di sottovalutarlo. Mi dà fastidio sentirmi dire che abbiamo perso la nostra stagione. Quarto posto alle Olimpiadi, ancora un grande risultato. »

L’obiettivo di Benjamin Cavett sarebbe meno ambizioso. L’attuale ottavo posto in Coppa del Mondo dovuto all’inizio della stagione è lontano dai suoi standard da sette anni (è sul podio dal 2016, tranne il sesto posto nel 2018), particolarmente turbato dal dolore al tallone, il vice campione del mondo punta a concludere bene la sua stagione olimpica.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.