Dichiarazione dei ministri degli Esteri del G7 sulla Bielorussia (18.11.21)

Noi, ministri degli esteri di Francia, Germania, Canada, Stati Uniti, Italia, Giappone, Regno Unito e Alto rappresentante dell’Unione europea, condanniamo il regime bielorusso per la regolamentazione della migrazione irregolare attraverso i suoi confini.

Queste atrocità mettono in pericolo la vita delle persone. Siamo uniti nella nostra solidarietà con la Polonia, la Lituania e la Lettonia, che attraverso questo uso provocatorio della migrazione irregolare sono state prese di mira come tattica mista.

Chiediamo al regime di porre immediatamente fine alla sua campagna aggressiva e di sfruttamento per prevenire ulteriori morti e sofferenze.

Consentire l’accesso immediato e senza ostacoli alle organizzazioni internazionali per fornire assistenza umanitaria. Con le sue azioni, il regime bielorusso sta cercando di distogliere l’attenzione dal suo continuo disprezzo per il diritto internazionale, le libertà fondamentali ei diritti umani, compresi i diritti del proprio popolo.

Accogliamo con favore le azioni dell’Unione europea, che sta lavorando a stretto contatto con i paesi di origine e di transito per porre fine alle azioni del regime di Lukashenko. Continueremo a lavorare insieme per ritenere responsabili i responsabili e per sostenere la società civile e i diritti umani in Bielorussia.

READ  Le condizioni di detenzione della mafia sono state considerate incostituzionali

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *