Decessi per malaria diminuiti nel 2021 – Organizzazione Mondiale della Sanità

(Reuters) – Il numero di decessi correlati alla malaria è leggermente diminuito nel 2021 dopo un aumento significativo nel primo anno dell’epidemia di coronavirus, ma è rimasto superiore al numero stimato prima della pandemia, secondo il rapporto. L’OMS ha rilasciato giovedì.

Nel suo Rapporto 2022 sulla malaria nel mondo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato che i decessi stimati per malaria nel mondo sono diminuiti dai 625mila del 2020 ai 619mila dello scorso anno, con la stabilità dell’attività dei servizi sanitari dopo i disordini epidemici, soprattutto in Africa dove sta diffondendo di più la malattia. Tuttavia, il numero di decessi è rimasto superiore ai 568.000 stimati nel 2019.

Quattro paesi – Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Niger e Tanzania – sono stati responsabili di poco più della metà di tutti i decessi per malaria a livello globale nel 2021.

Il calo dei decessi arriva anche mentre il numero di casi di malaria continua ad aumentare nel 2021, raggiungendo circa 247 milioni, rispetto ai 245 milioni del 2020 e ai 232 milioni del 2019.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha anche osservato che i tagli ai finanziamenti dovuti alla pandemia e l’aumento dei costi hanno aumentato la pressione sui programmi nazionali contro la malaria.

Nel 2021, secondo il rapporto, il finanziamento ammontava a circa 3,5 miliardi di dollari, mentre l’investimento richiesto ammontava a 7,3 miliardi di dollari.

I programmi così finanziati consentono, tra l’altro, lo sviluppo di strumenti preventivi, in particolare la distribuzione di zanzariere imbevute di insetticida. (Scritta da Pratik Jain e Leroy Leo Bengaluru; versione francese di Elena Smirnova, narrata da Blandine Hannault)

READ  "La scienza non è unanime" sul riscaldamento globale: Gadot considera "criminali" le parole del deputato di LR, sostegno di Pécresse

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.