Chanel celebra l’artigianato di lusso

(Parigi) Eccezionali ricami graffiti e look urbani decorati con piume e paillettes: martedì Chanel ha celebrato l’artigianato di lusso in una parata alta 19 metri, un nuovo spazio nei sobborghi di Parigi che vuole riunire il meglio di questi mestieri.


Olga Nedebayeva
Agenzia di media Francia

Vanessa Paradis, Sofia Coppola e altri ospiti in giacche di tweed si sono riversati nella nuovissima Porte d’Aubervilliers a nord di Parigi, una zona nota per i suoi campi di immigrati e non abituata allo splendore del lusso.

Proprio come il luogo in cui Chanel voleva ospitare undici laboratori sotto lo stesso tetto, tra cui le ricamatrici Lesage e Montex, il calzolaio Massaro o l’esperta di piume e fiori Lemarié, la collezione del direttore artistico di Chanel, Virginie Viard, ha unito il mondo del lusso e quello della strada.

Molti ricami grafici come Montex in paillettes argento si ispirano alla struttura dell’edificio con facciata decorata con fili di cemento bianco, immaginato dall’architetto Rudy Ricciotti, autore del MuCEM di Marsiglia.

Felpa e Bermuda

  • La modella sudcoreana So Jo Park sfila sulla passerella di Chanel.

    FOTO CHRISTOPHE ARCHAMBAULT, AFP

    La modella sudcoreana So Jo Park sfila sulla passerella di Chanel.

  • il gruppo

    FOTO CHRISTOPHE ARCHAMBAULT, AFP

    La collezione è “molto urbana pur rimanendo sofisticata, con giacche di tweed, maniche in felpa e ricami con motivi graffiti. […] Enormi bermuda in maglia e comodi cappotti aperti”.

  • Chanel è l'unica casa di moda a presentare le collezioni Métiers d'art dal 2002 per evidenziare un'esperienza eccezionale.

    FOTO CHRISTOPHE ARCHAMBAULT, AFP

    Chanel è l’unica casa di moda a presentare le collezioni Métiers d’art dal 2002 per evidenziare un’esperienza eccezionale.

  • Molti ricami grafici come Montex in paillettes argento si ispirano alla struttura dell'edificio con facciata decorata con fili di cemento bianco, immaginato dall'architetto Rudy Ricciotti.

    FOTO CHRISTOPHE ARCHAMBAULT, AFP

    Molti ricami grafici come Montex in paillettes argento si ispirano alla struttura dell’edificio con facciata decorata con fili di cemento bianco, immaginato dall’architetto Rudy Ricciotti.

  • Presentato da Chanel

    FOTO CHRISTOPHE ARCHAMBAULT, AFP

    Chanel ha offerto “look completi” come un equipaggio viola composto da busto, pantaloni, blazer e giacca scaldacollo.

  • Tutti gli ospiti hanno dovuto fare un test PCR il giorno prima, insieme alla loro tessera sanitaria.  Era necessaria una mascherina anche all'esterno dell'edificio.

    FOTO THIBAULT CAMUS, STAMPA ASSOCIATA

    Tutti gli ospiti hanno dovuto fare un test PCR il giorno prima, insieme alla loro tessera sanitaria. Era necessaria una mascherina anche all’esterno dell’edificio.

1/ 6

In passerella abbondano maglieria, maglioni, ma anche “total look” come un completo viola composto da busto, gonna culotte, giacca e scaldacollo. Piume e lustrini sono ovunque, e la processione è dedicata a questi artigiani.

READ  Festival di Cannes: Judith Shamla assente per un'accesa discussione con il collega regista? : Presentazione

tacco Figli Bicolore – beige e nero – impreziosito da perle e lunghi guanti in pelle con accostamento di gioielli.

La collezione è “molto urbana pur rimanendo sofisticata, con giacche di tweed, maniche in felpa e ricami con motivi graffiti. […] bermuda voluminosi in maglia e cappotti rilassati e aperti”, sottolinea Virginie Viard nel tono target della sfilata.

La scatola dell’invito include una raccolta di testi di rapper come MC Solaar o Abdul Malik, e scrittori come Sarah Shechi, Anne Berest o Nina Borawi, che raccontano la loro visione delle case artistiche situate a 19 metri di altezza.

Ispirato al manga e all’animazione rivoluzionaria, il film diretto da REMBERS che accompagna il set porta un’altra nota peculiare per offrire una conoscenza rara.

Più di 6000 piccole mani

Con una superficie di 25500 m2 Concedendo un giardino, il 19 dC è stato battezzato in riferimento alla regione parigina in cui si trova e che si spera gli renda brillante, così come il compleanno di Gabrielle Chanel (19 agosto) ospiterà infine mostre.

Dopo lo spettacolo virtuale del 2020 girato sotto il castello di Chenonceau con l’attrice americana Kristen Stewart come unica ospite, rivelato online nel bel mezzo di una crisi sanitaria, martedì è stato circondato da una stretta sicurezza.

Tutti gli ospiti hanno dovuto fare un test PCR il giorno prima, insieme alla loro tessera sanitaria. Era necessaria una mascherina anche all’esterno dell’edificio.

Chanel è l’unica casa di moda a presentare le collezioni Métiers d’art dal 2002 per evidenziare un’esperienza eccezionale.

Dal 1985 Chanel ha acquisito quasi quaranta case artigianali sottofinanziate, situate in Francia, Italia, Spagna e Scozia e impiegando più di 6.600 persone.

READ  Un festival del cinema di montagna sotto i Monti Tatra!

Questi artigiani lavorano in Chanel, ma anche in altre case di lusso e ordinano set prêt-à-porter.

Quando abbiamo iniziato a lavorare con queste case nel 1985-1990, erano sparse per tutta Parigi. Questi laboratori sono diventati molto piccoli. Per continuare a sviluppare e attirare nuovi talenti, è necessario dare una spinta alla storia, ha detto all’AFP Bruno Pavlovsky, responsabile delle attività di moda di Chanel.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *