Boeing | Il problema elettrico del 737 MAX è legato a un centinaio di dispositivi

(New York) La United States ‘Aviation Agency (FAA) ha detto giovedì di aver avvertito altre autorità di regolamentazione del volo che stava ancora lavorando con Boeing per risolvere un problema elettrico che interessava un totale di “circa 106” aeromobili 737 MAX, di cui 71 nel Stati Uniti. Stati.


France Media

Il costruttore del velivolo aveva richiesto all’inizio del 16 aprile che le compagnie che gestiscono il suo aeromobile principale smettessero di operare alcuni dispositivi, senza fornire i dettagli del numero, che è il tempo che consente la verifica di un problema nel sistema di alimentazione elettrica.

Giovedì, la Federal Aviation Administration ha dichiarato in un avviso inviato ad altre agenzie aeronautiche che continua a lavorare con Boeing “per determinare l’entità del problema di alimentazione e messa a terra che interessa il 737 MAX. E per trovare una soluzione”.

La Federal Aviation Administration ha dichiarato in una lettera inviata all’Agence France-Presse che il produttore ha inizialmente indicato che il problema potrebbe influenzare “il funzionamento dell’unità di controllo dell’alimentazione in situazioni di emergenza”.

“Successive analisi e test hanno dimostrato che il problema può coinvolgere sistemi aggiuntivi”: la scheda dell’interruttore e il cruscotto principale, ha aggiunto l’agenzia.

Tuttavia, non è stato segnalato alcun incidente relativo a questo potenziale difetto.

Il direttore generale del costruttore dell’aereo, Dave Calhoun, ha detto martedì che non può dare una data specifica di ritorno in servizio per questi dispositivi, ma che una volta che la Federal Aviation Administration avrà verificato la validità del trattamento proposto, quest’ultimo potrà essere implementato “in pochi giorni . ”

READ  Sputnik V | Il vaccino di Sputnik respinto sulla base dei dati russi, difendendo il Brasile

Un funzionario dell’American Airlines, che ha dovuto respingere 18 737 MAX, ha detto giovedì in attesa dell’attuazione delle istruzioni.

“Si spera che sia una storia per poche settimane, non di più”, ha detto Robert Essom.

L’amministratore delegato di Southwest Gary Kelly ha detto che il caso è stato “deludente”.

“È un problema di produzione, abbastanza semplice, ed è abbastanza facile da risolvere”, ha detto in un’intervista alla CNBC. “Ma non possiamo rischiare la minima conseguenza e tutti agiscono per precauzione”. Ma “abbiamo bisogno di MAX perché l’attività inizia a riprendere”, era seccato.

Il 737 Max, a cui è stato vietato il volo a marzo 2019 dopo due incidenti mortali, è stato nuovamente autorizzato a volare a novembre negli Stati Uniti, e poi in gran parte del mondo, dopo le modifiche al controllo del programma del volo e il riposizionamento di alcuni cavi. E l’addestramento di nuovi piloti.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *