Belmadi: “Il mondo scenderà su di noi”

Thomas Seneke, Media 365: pubblicato lunedì 17 gennaio 2022 alle 16:01.

Le volpi non sono più invincibili. Dopo aver perso a sorpresa la Guinea Equatoriale (1-0), i campioni d’Africa sono sull’orlo dell’eliminazione anche alla Coppa d’Africa. Se vogliono continuare a difendere il loro titolo, dovranno vincere contro la Costa d’Avorio.

Djamel Belmadi e Algeria sono in una posizione più che delicata, dopo l’inaspettata sconfitta di domenica contro la Guinea Equatoriale (0-1): “Non ci aspettavamo di ottenere un punto dopo due partite. Il prossimo incontro sarà difficile, Costa d’Oro”. L’Avorio è una buona squadra con una grande personalità. Non accetteremo di sbarazzarci di questo gioco senza fornire tutto. Non sempre ci sono risposte logiche. Creiamo decine di occasioni, ma nessuna palla vuole andare in fondo. Il mondo sta per crollare su di noi. Mi prendo molte colpe per questo. Ma ciò non sarebbe insormontabile. Fino alla morte, ci crederò. Gli algerini hanno anche assistito alla fine della loro serie di 35 partite di imbattibilità, iniziata oltre tre anni fa (nell’ottobre 2018).

“Ho visto un gruppo di fratelli sofferenti quasi depressi”

“Siamo in modalità difficile, l’allenatore ha salutato di nuovo i Foxes. Dopo un ottimo periodo di mucche piene, siamo in un periodo di mucche magre. L’intera partita mostra quanto è andata avanti la nostra squadra. Chiamalo come vuoi , sfortuna o merda… Ho detto loro che sono più triste che i loro sforzi non vengano premiati, di conseguenza e alla fine di questa serie di tre anni terminata bruscamente, ho detto ai giocatori di non parlare mai a caldo, ma volevo parlare con loro. Ho visto un gruppo di miei compagni di squadra, connazionali, fratelli feriti, frustrati e quasi tristi. Volevamo avere la migliore serie del mondo, ma siamo secondi o terzi. Questa serie occupa i nostri pensieri ed è normale Ma ora c’è qualcos’altro da cercare, che è la qualificazione”.

READ  Djokovic, alla conquista del titolo 21

Era solo l’AlgeriaA due partite dall’equazione italiana, che ha chiuso il suo record di 37 partite Sulla scia del suo titolo di campionessa europea. È stata proprio la Spagna, nelle semifinali di Nations League, ad abbattere in casa (1-2) la Squadra Azzurra, ancora una volta dopo tre anni di invincibilità: la precedente battuta d’arresto degli italiani risale a settembre 2018 in Portogallo. (1-0), ancora in Lega delle Nazioni.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.