Assalto al Campidoglio | Il telefono di Trump è silenzioso per quasi otto ore

(Washington) I tabulati telefonici della Casa Bianca del 6 gennaio 2021, il giorno in cui i sostenitori di Donald Trump hanno attaccato il Campidoglio, mostrano un intervallo di quasi otto ore nelle chiamate effettuate dall’ex presidente degli Stati Uniti, hanno riferito i media statunitensi martedì.

Inserito alle 11:57

Quel silenzio è durato 457 minuti, dalle 11:17 alle 18:54, quando una folla di sostenitori dell’ex presidente repubblicano ha preso d’assalto la Capitol House dove i funzionari eletti si erano riuniti per verificare l’esito e la vittoria delle elezioni presidenziali. Il democratico Joe Biden, secondo i documenti ottenuti da The Washington Post e CBS News.

Gli Archivi Nazionali, l’agenzia governativa incaricata di preservare i documenti ufficiali per la Presidenza della Repubblica, hanno consegnato 11 pagine di diari ufficiali e tabulati telefonici alla Commissione d’inchiesta parlamentare incaricata di far luce sulla responsabilità di Donald Trump nell’attacco.

Questi dati mostrano che il 6 gennaio l’ex presidente ha parlato con almeno otto persone al mattino fino alle undici di sera.

Ma al Congresso non emergono ulteriori appelli per i suoi alleati, sebbene siano già stati divulgati dalla stampa, portando il comitato a credere che Trump abbia utilizzato canali non ufficiali, come telefoni prepagati difficili da rintracciare e destinati a distruggere. dopo l’uso.

Il rapporto afferma che la commissione stava indagando su una “possibile cancellazione” nei registri della Casa Bianca. Washington Post Uno dei suoi membri in condizione di anonimato.

I documenti mostrano due telefonate del 6 gennaio tra il miliardario e il suo ex consigliere strategico Steve Bannon. “Tutto sta convergendo ed è ora di attaccare”, ha detto il giorno prima in un podcast.

READ  Il comandante delle forze armate canadesi rimosso dall'incarico

L’anno scorso è stato accusato di “ostruire i poteri investigativi del Congresso” dopo aver rifiutato di testimoniare e di consegnare documenti alla commissione.

A novembre la rivista roccia rotolante Ha detto che gli organizzatori della grande manifestazione pro-Trump a Washington la mattina del 6 gennaio avevano comunicato tramite telefoni prepagati con i parenti dell’ex presidente, tra cui suo figlio minore Eric, sua nuora e un ex membro della sua casa. Il team della campagna, Lara Trump, così come il capo di stato maggiore Mark Meadows.

“Non ho idea di cosa sia un telefono prepagato e per quanto ne so non ne ho mai sentito parlare prima”, ha detto Trump in una dichiarazione ai media. Washington Post.

L’ex presidente ha tentato senza successo di impedire il rinvio alla commissione d’inchiesta di diversi documenti detenuti dagli Archivi nazionali, adducendo la riservatezza delle comunicazioni dell’esecutivo.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.