Anche Dawar è nato in Francia – Liberation

Mardi fantascienza un file

Ogni martedì, trova una rubrica, un’intervista o una foto relativa a un copione di fantascienza che fa notizia. Oggi, un’antologia della prima età d’oro della fantascienza francese, molto prima che la parola apparisse negli Stati Uniti.

Questa non è la prima antologia di Serge Lehmann che incontra nuovamente autori dimenticati che hanno comunque partecipato al boom della fantascienza francese molto prima di American Letter. in un cacciatori di illusioni (Omnibus, 2006), aveva scoperto undici testi della sua età dell’oro. Lo scrittore ne individuò poi tremila tra il 1863, anno di pubblicazione Cinque settimane in mongolfiera Di Jules Verne, nel 1950, all’incirca quando la fantascienza americana debuttava in Francia. cuscino rotante Proseguendo questo lavoro riabilitativo, che già merita una sostanziosa introduzione. Contiene oltre cento pagine ed è dedicato in particolare all’editore e scrittore Gerard Klein, un’importante introduzione al genere (1). Il libro stesso è dedicato a Joseph Altaerak, scomparso il 9 novembre 2020, esattamente un anno fa, ed è il coautore del libro Precious and Antique. retrofit (inchiostrazione). dove cacciatori di chimere, Le cose sono cambiate, dice Serge Lemann, che sottolinea un maggiore riconoscimento dei francesi. pubblicazione retrofit A fine 2018, precisamente, mostrava il blocco dei titoli pubblicati in ambito francese fino al 1950, da quando Bantageruel da Rabelais nell’anno 1532. Nel 2019, una mostra intitolata “The Wonderful World: Science Fiction in French” presso la Bibliothèque nationale de France ha migliorato la visione di un frammento immaginario cancellato dai ricordi come parte semantica. Curatrice Fleur Hopkins “Il primo catalogo oggettivo e visivo del campo anteguerra è stato presentato al grande pubblico, realizzando un lavoro che era stato richiesto per quasi otto decenni., scrive Serge Lehmann. E così è diventato improvvisamente possibile scrivere sulla stampa che la fantascienza era una “invenzione francese” … “ Potrebbe essere un’esagerazione, dice, ma è ancora più vero del fatto che questo genere è nato dentro di lui polpa Alla fine degli anni ’20 si diffuse attraverso l’Atlantico.

READ  Editoriale. Dalla scienza al business, alla conquista di uno spazio che cambia

Sei testi diversi

Ancora una volta, la storia pubblicata dall’antologista merita una deviazione. La storia della fantascienza francese inizia nel 1787, quando l’editore Charles Garnier lanciò la raccolta Les Voyages imaginaires che comprendeva in particolare Gulliver (Veloce), I paesi e gli imperi della luna e del sole (Cyrano de Bergerac), micro mega (Voltaire), ecc. La storia si dirama poi in diversi flussi, alimentati da singoli autori come Camille Flamarion, Raymond Roussel, Alfred Jarry o Maurice Renard. Quest’ultimo ha stabilito questa definizione nel 1909: “Il meraviglioso romanzo scientifico è un romanzo basato su un errore. Per qualcosa, per avvicinare il lettore alla contemplazione dell’universo più vicino alla verità; sui mezzi e l’applicazione dei metodi scientifici allo studio completo dell’ignoto e lo sconosciuto.” L’introduzione di Lyman vuole essere una pietra miliare e vuole essere educativa.

Il discorso è illustrato da sei testi molto diversi tra loro per forma e temi. in un trecento anni, Un racconto post-apocalittico di Pierre Mill (1864-1941), pubblicato nel gennaio 1922 e mai ristampato in Francia, l’umanità recede in uno stadio tecnologico primitivo, quando le donne (Kipling sembra essere del resto) scoprono le scarpe di raso. da un’epoca passata. Per un po’, la sua autocoscienza e la sua relazione vacillano. condannato di Renee Dunant (1892-1937), brillante critico letterario del suo tempo, uno dei due soli, con Noel Roger, “Si è affermata nel mondo quasi esclusivamente maschile della fantascienza tra le due guerre”.Serge Lehmann, definisce, introduce una donna con notevoli capacità psichiche e un finale Lovecraft. rivolto verso opera spazialee Navigatori Infiniti di J.-H. Rosney Elder (1856-1940) porta tre astronauti sulla terra di Marte per osservare strane creature, xenomorfi. Pubblicato nel 1944, orrore rosa di Jean Ray (1887-1964), una buona introduzione alle storie del genere, parla dell’incantesimo del rosario, e dove? (documento) Di Claude Farrier, risalente al 1923, è più interessante. Jack Spitz (1896-1963) finalmente in Il tormento della terra, romanzo breve del 1935 che non veniva ripubblicato dal 1977 sul tema della fine del mondo può essere visto, Questo è Serge Lehmann, Come il raggiungimento di un’età dell’oro e come l’apertura di una nuova era”. Maestro Vertigo, che ha ristampato l’Albero della Vendetta Occhio del PurgatorioLa storia di un pittore suicida che sembra essere in grado di vedere il mondo e gli altri come sarebbero, anche un incubo.

READ  Perché il gelato e le bevande fredde sono una cattiva idea per rinfrescarsi in estate?
Serge Lehmann offre, Maestri del rotore sei piani dell’età dell’oro, illustrazioni di Greg Faison, L’Arbre vengeur, 482 pagine, € 25

(1) Appena pubblicato: Gerard Klein, Libro introduttivo Testi a cura di Elaine Herzfeld e Dominic Martel, libro tascabile “Majuscules”, 1233 pagine, € 21,90

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *