32 episodi OST in 5 giorni all’Alma Hospital Birth Center

L’attuale ricorso agli straordinari obbligatori nel centro nascite dell’Alma Hospital sta spingendo l’infermiera di Lac-Saint-Jean a rompere il silenzio.

• Leggi anche: L’infermiera si rifiuta di fare gli straordinari

• Leggi anche: Pandemia e burnout: perché gli infermieri scelgono di restare

Lo fa per se stessa, ma anche per i suoi colleghi che temono il peggio nelle prossime settimane visto che una sessantina di parti in programma a novembre in questo reparto.

“Non vogliamo arrivare con servizi interrotti perché è quello che ci aspetta”, ha detto la madre, che preferisce rimanere anonima per evitare rappresaglie da parte del suo datore di lavoro. Siamo esausti. Vogliamo che cambi, ma non sappiamo cosa fare per cambiarlo perché sentiamo di aver già fatto tutto”.

Ha detto che gli straordinari obbligatori, o “OST”, come lo chiamano le infermiere, sono diventati la norma nel centro di nascita dell’ospedale di Alma.

La scorsa settimana un dipendente è venuto per un’esperienza di lavoro. “Ho fatto a malapena gli straordinari obbligatori per un anno e mezzo nel suo reparto”, ha spiegato l’infermiera. Ho rifiutato il lavoro ed è comprensibile perché con noi ogni ragazza ne fa almeno uno a settimana. TSO spaventa le persone e non possiamo nasconderlo nemmeno nel dipartimento perché è la nostra realtà”.

Proprio in questo reparto sono stati effettuati non meno di 32 turni di lavoro straordinario obbligatorio in 5 giorni, dal 5 al 10 ottobre.

“Questo senza contare coloro che hanno accettato di fare gli straordinari su base volontaria”, ha detto l’operaio.

Come molti dei suoi colleghi, il bonus di $ 15.000 che il governo di Legault offre agli infermieri a tempo pieno della rete non gli interessa.

READ  Apple promette aggiornamenti iOS per correggere i primi bug di iPhone 13

“Gli infermieri non sono i soldi che vogliono, ma le condizioni di lavoro allettanti”, ha detto.

Le autorità sanitarie regionali non nascondono le loro preoccupazioni e confermano che più della metà degli infermieri di questo reparto sono attualmente assenti per vari motivi. Sono una cinquantina in orari normali.

Al CIUSSS du Saguenay-Lac-St-Jean, comprendiamo che questa situazione porta a un aumento significativo del carico di lavoro.

D’altro canto, l’imminente arrivo di sei nuovi infermieri attualmente impegnati nel percorso di orientamento, consentirà di ridurre lo stress in tempi brevi.

Tuttavia, questo non basterà a fermare gli straordinari forzati.

Questa linea di team di gestione aziendale presso Alma Hospital continua i suoi sforzi per trovare soluzioni sostenibili.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *