Windows 11 controllerà i LED RGB (spero che macOS non segua)

Windows 11 controllerà i LED RGB (spero che macOS non segua)

Nel mondo dei personal computer c’è una moda che ha trovato posto in pochi anni: quella delle lobby colorate. I famosi LED RGB si trovano già in tutti i tipi di apparecchiature. E questa modalità è così importante che Microsoft integrerà il suo supporto in Windows 11, sotto il nome di Dynamic Lighting.

Questo è brutto

Problema LED RGB, lei è brutta È che spesso è inutile. Più precisamente, l’interesse rimane spesso molto limitato. Avere una tastiera retroilluminata può essere importante, ovviamente, ma la possibilità di visualizzare milioni di colori o onde di colore in movimento sotto i tasti non sembra necessaria. E soprattutto, questa tendenza non si limita alle console. Troverai LED sui frontali del case, sulle ventole, sulle schede madri, schede grafiche, schede audio, SSD, dissipatori di calore, mouse, tappetini per mouse, cavi SATA, monitor, RAM o cuffie.

UN SSD RGB.

Oltre ad essere più di un vantaggio limitato, spesso presentano molti problemi. Il primo è puramente fisico: i LED consumano energia e si riscaldano. Nel caso degli SSD RGB, ad esempio, hanno prestazioni inferiori rispetto ai modelli classici perché i LED si surriscaldano e riprendono parte dell’energia che dovrebbe andare all’SSD. Ad esempio, su un computer completo, il consumo dei LED può avvicinarsi a quello di un Mac mini completo. Il secondo deriva dalla standardizzazione, che Microsoft sta cercando di risolvere con la sua nuova opzione.

Windows 11 sarà presto in grado di controllare i LED degli accessori dei giocatori

Lei pianificato prima Per gli utenti di una versione Insider di Windows (ovvero la beta), così i produttori di dispositivi possono preparare il terreno. Ed ecco il problema: ci sono diverse prese per il collegamento di accessori (incluse le ventole) e diversi protocolli. Ogni marchio gestisce i LED a modo suo, senza necessariamente pensare che chiunque abbia una scheda madre Gigabyte abbia probabilmente una scheda grafica Asus e una memoria Crucial.

READ  La scadenza per l'acquisizione di Activision da parte di Microsoft è stata posticipata a ottobre

Per ora Apple ha avuto una buona idea di tenersi fuori da questa moda passeggera, forse troppo glamour per il brand. I Mac non brillano brillantemente, la retroilluminazione è scomparsa dai Mac anni fa e solo alcune tastiere sono illuminate, senza possibilità di scegliere un colore. Il che non è poi così male, anche se è un’opinione eminentemente personale.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *