Wanda Icardi crea account sui social con il marito

Nel mezzo dei dibattiti di venerdì sera in occasione del match del Paris Saint-Germain contro l’Angers, dove il suo precedente errore su un difensore angioino non ha impedito al VAR di controllare il rigore decisivo per il Paris, lo sa sabato sera l’attaccante argentino Mauro Icardi turbolento ancora una volta. Sua moglie Wanda, che è anche il suo agente, ha postato intorno alle 21 sulla sua storia di Instagram un messaggio violento su sfondo nero: “Un’altra famiglia distrutta per amore di una puttana” (sic).

Un messaggio che ha decisamente sorpreso uno degli 8,2 milioni di followers della giovane influencer molto apprezzata in Argentina per i prodotti moda e beauty.

Wanda Icardi

Quando sono arrivati ​​in Francia nel 2019, si sapeva che la coppia aveva sciolto l’Italia. Prima di incontrare Icardi, Wanda era già sposata con un altro nazionale argentino, Maxi Lopez, che ha incontrato quando giocava per il Barcellona. Dopo quattro anni, tre club e tre figli, la coppia si è sciolta nel 2013 mentre Maxi Lopez gioca alla Sampdoria di Genova, accusandosi a vicenda a gran voce di infedeltà. Nel frattempo Wanda ha conosciuto Mauro Icardi… collega e amico del marito alla Sampdoria. Un anno dopo lo sposò e con lui ebbe due figlie, Francesca nel 2015 e Isabella nel 2016.

Questo sabato, mentre la stampa argentina raccoglieva la notizia, la giornalista Keir Weinstein ha pubblicato sul suo account Instagram la conferma di Wanda della sua separazione.

Inoltre, Wanda Nara ha smesso di seguire l’account Instagram del marito. Sulla stampa italiana e argentina è circolato il nome di una modella e attrice argentina che potrebbe far parte del nuovo episodio della vita privata dell’attaccante parigino.

READ  Report Card: Rank Steelers' Week 17 loss to Brown

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *