Villeneuve è tornato indietro nel tempo a Monza

Il campione del mondo 1997 ha recentemente testato l’Alpine A521 a Monza ed è rimasto molto colpito dall’auto di Formula 1 contemporanea.

L’audizione si è svolta con l’amico Julien Fébreau (foto sopra) e anche con l’attore Stéphane De Groodt, il giorno dopo il Gran Premio d’Italia nell’ambito di un documentario su Canal+.

Il minimo che possiamo dire è che Jacques Villeneuve ha apprezzato l’esperienza, non ha guidato una moderna vettura di F1 dalla sua ultima apparizione alla Sauber-BMW nel 2006.

“L’auto era molto stabile e facile da guidare grazie all’elevato livello di aderenza, dice Jack. Il cervello ha davvero difficoltà a capire la velocità: sei a terra e sembra di guardare un film in modalità “avanti veloce”, così velocemente. »

“Dopo i giri fatti al simulatore, e dopo aver visto Ocon e Alonso guidare a Monza, ho capito dov’era il punto di frenata, Lui spiega. Pensavo che il mio cervello avrebbe ricordato tutto: le tracce e tutto ciò che è successo sedici anni fa, come e dove dovrebbe finire. »

Leggi anche:
Dentro il garage pazzo di Lewis Hamilton!
Schumacher: in vendita la sua villa gigante a Gland (+ foto)
Stipendi F1 2022: cosa guadagnano i piloti di Formula 1
Trova le amiche dei piloti di F1!

“La memoria non diminuisce, ma quando premi i freni ti accorgi che la curva è ancora di 50 metri, Il Quebec continua. Anche senza i freni, sembra esserci un paracadute per rallentare l’auto: l’efficienza dell’auto aerodinamica è davvero impressionante! »

READ  'Killer': David Fincher recluta Tilda Swinton nel suo prossimo film

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.