Un costoso paziente italiano all’ospedale di Briançon

SANITÀ / Mancano 2,5 milioni di euro per il Centro Ospedaliero Escartons perché i pazienti italiani non sono più assistiti dal CPAM

Un paziente italiano assegnato all’ospedale di Briançon. Il deficit di 2,5 milioni di euro per il Centro ospedaliero Escartons mentre i nostri amici d’oltralpe che vengono a curarsi nelle Höts-Alpes non c’entrano niente. Infatti, adeguando di recente il fondo di assicurazione sanitaria primaria, l’ospedale si è reso conto che i pazienti italiani non erano più coperti perché non c’era un accordo transfrontaliero tra i sistemi previdenziali dei due Paesi.

“Il ministro François Brown mi ha assicurato che si troverà al più presto una soluzione transitoria prima di un accordo transfrontaliero a cui stiamo lavorando nell’ambito del Trattato del Quirinale”, Arnaud Murgia

Una vera spina nel fianco quando si sa che un quarto degli operatori sanitari sono italiani e portano molti nazionali per eseguire interventi chirurgici soprattutto in istituto d’alta montagna. Mentre il sen Jean-Michel Arnault Mettendo sul tavolo questo dossier la scorsa settimana ponendo interrogazioni al governo, il sindaco Arnaud Murgia crede, nonostante tutto, in un esito positivo a breve e medio termine con il sostegno delle principali autorità del Paese.

READ  Indagando sul PNF, i giudici anti-corruzione sono al centro dei disordini

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.