Top e flop finali | Sport | il Sole

Top e flop finali |  Sport |  il Sole

Combattenti! Gli italiani, estinti nel primo periodo, hanno saputo rilanciare il loro gioco creativo e offensivo al rientro dagli spogliatoi, per sventare con disinvoltura una difesa inglese.

A condurre al risultato è stato Lorenzo Insigne, pieno di impegno, e soprattutto Federico Chiesa, originariamente in più occasioni, che ha incarnato la volontà italiana di perseverare.

Ed è stato il furioso, inesperto Leonardo Bonucci che ha hackerato l’impenetrabile “catenaccio” inglese (57e), piatto di piede di volpe.

Era fondamentale vedere il veterano della Juventus Torino far esplodere la sua gioia salendo sui cartelloni davanti ai tifosi italiani per misurare gli anni di frustrazione elusi per il traguardo, uno che ha sopportato tutte le delusioni del suo contratto con il Nacional.

Capitan Chiellini si è mostrato impeccabile e furbo, come con un fallo opportunistico (punito con un cartellino giallo), tirando una maglia per impedire a Saka di uscire da solo in porta.

Il portiere Gianluigi Donnarumma ha completato la vittoria mentale, permettendo agli azzurri di ribaltare le sorti della partita verso la porta.

Il re della suspense

Gli inglesi e gli italiani sono andati ai supplementari… l’ottavo di questo Europeo, su 15 partite a eliminazione diretta.

I calci di rigore sono stati i quarti di questa edizione.

In entrambi i casi le azzurre si sono abituate alla pratica: hanno giocato il terzo tempo supplementare e il secondo ai rigori. L’Inghilterra ha giocato solo i tempi supplementari in semifinale contro la Danimarca.

La mancanza di esperienza sarà fatale per lui.

flop

Nessun confine a Wembley

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *