Sei cappelle. Jason Momoa si scusa per aver fatto delle foto.

Jason Momoa non sapeva che non gli era permesso fotografare nella Cappella Sistina in Vaticano. Dopo le polemiche suscitate dal suo post su Instagram, l’attore si è scusato.

Jason Momoa

Jason Momoa si è scusato per aver scattato foto all’interno della Cappella Sistina.

Un rappresentante di Aquaman ha visitato il Vaticano a Roma all’inizio di questa settimana durante le riprese di Fast X, l’ultimo capitolo della serie Fast & Furious. Ha pubblicato su Instagram diverse foto di lui che apprezzavano i famosi affreschi di Michelangelo, nonostante ai visitatori fosse stato vietato di scattare foto e video nell’edificio.

A seguito della reazione sconcertata dei fan, l’attore si è scusato sui social media. “Se ritieni che manchi di rispetto alla tua cultura, non era mia intenzione. Sono stato molto rispettoso e ho chiesto il permesso per quello che pensavo fosse ok, e non farei nulla per mancare di rispetto alla cultura di qualcuno. Se lo facessi, mi scuso. non voleva dire. Ho pagato per ottenere questi Il momento speciale e ho fatto una gentile donazione alla chiesa. Ti amo. Mi dispiace se ti ho offeso”, ha scritto.

“Ti amo Italia, che bel modo di iniziare la giornata godendosi la Roma”, ha scritto Jason Momoa nel suo messaggio originale, scatenando un’ondata di proteste da parte dei fan che gli hanno detto che non gli era permesso scattare o condividere questo tipo di foto.

Supporti da copertina

READ  RIFF è tornato per una nuova versione!

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.