seconda vittoria in pochi giorni per Primoz Roglic in Italia

Al termine della corsa di 189 km, il tre volte vincitore del Giro di Spagna è stato il più forte durante l’ascesa finale alla Basilica di Superga, che domina Torino, vincendo nel duello con il britannico Adam Yates (Ineos).

Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), alla sua prima gara dopo il secondo titolo mondiale a Leuven (Belgio) il 26 settembre, non ha preso parte alla battaglia finale, recuperando velocemente dopo un tentativo di attacco in fondo al l’ultima salita.

Il francese ha chiuso 25esimo dopo più di 3 minuti, ma per lui come per tutti i favoriti iscritti mercoledì nella storica Milano-Torino (prima edizione nel 1876), l’obiettivo principale della settimana è il Giro di Lombardia.

Dei sei favoriti rimasti in lizza per la vittoria nell’ultima salita di 4,9 km con una media del 9,1%, Roglic e Yates sono usciti abbastanza rapidamente. Il britannico, già 2° nel 2017 e 3° nel 2019, ha tentato la fortuna lanciando la sua volata a 300 metri dal traguardo, ma lo sloveno era troppo forte e si è unito a lui senza farsi prendere dal panico per vincere a 12 secondi dalla fine. ‘progredire.

Il portoghese Joao Almeida ha resistito a Tadej Pogacar (Emirati Arabi Uniti) per offrire il terzo posto al team Deceuninck-Quick Step, che ha animato ampiamente la gara di 189 chilometri con molti dei suoi corridori in prima linea.

Sto bene, mi sto divertendo, anche se l’obiettivo è il Giro di Lombardia“Roglic ha commentato alla RAI.

Preferito per sabato? Sì, ma in passato sono stato favorito senza vincere nulla. Faremo il massimo, ma proveremo a vincere“, Ha aggiunto.

READ  Il vero scudetto del Milan. Un'opera incompiuta. Leao, dove sei?

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *