Scienze. Il ritorno del mammut lanoso al Polo Nord? Ci sta lavorando un’azienda americana

Dopo Jurassic Park, Arctic Park? Un’azienda americana si è posta il compito di ricreare il mammut lanoso, scomparso 4000 anni fa, e di ripiantarlo nel suolo artico. Il suo nome: Colossale. Lanciato lunedì dall’uomo d’affari Ben Lam e dal genetista George Church, che ha lavorato sull’argomento per diversi anni, Colossal prevede di inserire sequenze di DNA di un mammut lanoso, raccolte da resti conservati nel suolo siberiano, nel genoma di elefanti asiatici, per creare la specie ibrida. Colossal riferisce che elefanti asiatici e mammut lanosi hanno un rapporto DNA simile del 99,6%. Sul suo sito web.

Questo contenuto è stato bloccato perché non hai accettato i bot.

clic ” Accetto “, i congiurati verranno depositati e potrai visionarne il contenuto .

clic “Accetto tutti i traccianti”Autorizzi il monitoraggio dei depositi a memorizzare i tuoi dati sui nostri siti Web e app ai fini della personalizzazione e del targeting degli annunci.

Hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento.
Gestisci le mie scelte


L’azienda biotecnologica, che ha raccolto con successo 15 milioni di dollari in finanziamenti privati ​​per raggiungere questo obiettivo, lancerà un modello pratico ed efficiente per la de-estinzione e sarà la prima ad applicare tecniche avanzate di modificazione genetica per reintegrare il mammut lanoso nella tundra artica”, ha detto la tundra in una nota.

Se avrà successo, sarà un elefante immaginario, un essere completamente nuovo

La de-estinzione, il concetto di creare un animale simile a una specie estinta usando la genetica, non è unanime nella comunità scientifica, con alcuni ricercatori scettici sulla sua utilità o preoccupati per i rischi della sua applicazione.

READ  Venerdì 16 luglio 2021: Aggiornamento sulla situazione del COVID19 a cura di ARS

“Ci sono molti problemi che emergeranno nel processo”, afferma la biologa Beth Shapiro. Sul New York Times. Tori Heridge, biologa e paleontologa di Londra, ha scritto su Twitter: “Questa non è la fine dell’estinzione. Non ci sarà mai più un mammut sulla Terra. Se avrà successo, sarà un elefante immaginario, un organismo completamente nuovo, sintetico e geneticamente modificato.” Museo di Storia Naturale.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *