Scienza. “Perché quando saliamo in cima a una montagna, diventa più freddo più ci avviciniamo al sole?”

Per scoprire perché una montagna è fredda, dobbiamo prima capire cosa la rende calda o fredda su scala molto piccola e di cosa è fatta l’aria.

L’aria è costituita da molti piccoli bricchetti di gas, chiamati molecole, come ossigeno, azoto, anidride carbonica e vapore acqueo. Devi immaginare che tutte queste molecole siano sempre in movimento, e più ti muovi, più calore sentirà l’aria. Per noi la sensazione di calore deriva dal fatto che, toccando la nostra pelle, queste molecole d’aria trasferiranno gradualmente la loro irritazione e quindi il loro calore al nostro corpo.

Quando si sale, ad esempio scalando una montagna, l’aria diventa sempre meno densa: un litro d’aria conterrà sempre meno particelle man mano che si sale in quota. Così, un litro di aria secca pesa 1,2 grammi al livello del mare, ma solo 1,0 grammi in vetta al Mont Ventoux (1909 metri), 0,75 grammi in vetta al Monte Bianco (4808 metri) e 0,47 grammi in vetta. Monte Everest (8848 m).

Ciò significa che c’è sempre meno ossigeno per litro d’aria che entra nei nostri polmoni mentre saliamo, motivo per cui è così difficile fare uno sforzo fisico ad alta quota. Ma questo significa anche che ci sono meno molecole in grado di eccitarsi a vicenda, ma anche di trasmettere la loro eccitazione al nostro corpo, e quindi la sensazione di freddo.



Immagini Adobe Stock

E il sole in tutto questo?

Il Sole emette la sua radiazione sotto forma di fotoni: particelle di luce molto veloci. Questi fotoni possono influenzare le molecole che formano l’aria o le cellule della pelle e quindi aumentare la loro eccitabilità, cioè la temperatura dell’aria o della pelle.

READ  Il consiglio di Michelle Sims per la scelta di prodotti ipocalorici

Il sole si trova a 150 milioni di chilometri dalla Terra. Se saliamo di qualche chilometro scalando una montagna, non cambiamo molto la distanza tra noi e il Sole, e quindi la quantità di radiazioni che riceve la nostra pelle non è molto sensibile a questa piccola vicinanza al Sole.


Immagini Adobe Stock

Immagini Adobe Stock

Cosa sono gli UV?

D’altra parte, alcune molecole d’aria assorbono parte della radiazione solare, in particolare il famoso ultravioletto (ultravioletto, cioè invisibile perché va oltre ciò che l’occhio umano può percepire). Più andiamo in basso, più raggi UV vengono assorbiti dall’aria sopra di noi e meno è probabile che riscaldino la nostra pelle.

Ad altitudini più elevate, è fondamentale proteggere la nostra pelle e gli occhi dalle scottature causate dai raggi UV. Tuttavia, questi raggi ultravioletti non sono sufficienti per compensare il raffreddamento associato alla minore densità dell’aria, a meno che non ci si alzi di qualche chilometro sopra l’Everest.

casi speciali

Ma è sempre vero che fa più freddo in cima a una montagna?

Ebbene no, a volte osserviamo, soprattutto in inverno, i cosiddetti “solstizi”. In questo caso, il clima può essere più fresco a valle che in cima a una montagna. Il risultato a volte è un meraviglioso mare di nuvole, da cui emergono alcune cime dove fa molto più caldo che a valle. Questo accade frequentemente in inverno, dopo che la terra si raffredda cedendo il suo calore all’atmosfera durante la notte, oppure quando c’è un movimento d’aria che scende in altezza, che aumenta il calore per il fenomeno opposto a quello a cui una persona è esposta a durante la sua ascesa. montagna.

READ  Invasion su Apple TV+: stagione 2 della serie sci-fi? Abbiamo la risposta! - Serie di notizie

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.