Russia: l’avversario Alexei Navalny dice di essere imprigionato in “campo di concentramento”

L’avversario russo Alexei Navalny ha detto lunedì di essere tenuto in un “campo di concentramento”, in un messaggio sul suo account Instagram che conferma la sua posizione dopo diversi giorni di incertezza.

Leggi anche: Circa 200 persone sono state arrestate durante un forum dell’opposizione in Russia

Leggi anche: La Russia “rallenta” l’operazione di Twitter, accusata di aver violato la legge

Devi ammetterlo, sono rimasto sbalordito dal sistema carcerario russo. Non pensavo che avremmo potuto costruire un campo di concentramento a 100 chilometri da Mosca ”, ha scritto questo attivista assassino per la corruzione.

Ha detto che era nella prigione della colonia n. 2 alla periferia della città di Pokrov nella regione di Vladimir, dove sta scontando una pena detentiva di due anni e mezzo.

Il suo messaggio è accompagnato da una vecchia foto non datata di lui con la testa rasata.

“Tre cose ancora mi sorprendono: il cielo stellato sopra di noi, la necessità categorica (la legge morale le cui espressioni sono universali e incondizionate, ndr) in fondo a ciascuna e la sorprendente sensazione di passargli la mano”, ha detto il 44- avversario di un anno.

Aggiunge che le sue azioni vengono registrate dalle telecamere: “Tutti sono sotto sorveglianza e la minima violazione porta a una denuncia”.

Da diversi giorni gli avvocati del signor Navalny stanno cercando di rintracciarlo, dal suo trasferimento alla fine di febbraio dopo la sua condanna in appello.

Circondata da una recinzione di latta sormontata da filo spinato, gli ex prigionieri hanno descritto la prigione come particolarmente dura.

L’espositore Konstantin Kotov, che vi ha trascorso più di un anno, ha descritto un ambiente in cui i detenuti praticamente non hanno tempo libero e sono completamente tagliati fuori dal mondo esterno.

READ  Trump ha offerto a Kim un volo di ritorno sull'Air Force One. (BBC)

Il signor Navalny è stato arrestato a gennaio al suo ritorno a Mosca dopo cinque mesi di convalescenza in Germania dopo essere stato avvelenato dal Cremlino, bersaglio di diversi casi legali che considera di natura politica.

È stato condannato per frode nel 2014 che lui, le ONG e diverse capitali occidentali ritengono sia politico.

Navalny è caduto improvvisamente in coma lo scorso agosto durante una campagna elettorale in Siberia. Dopo la sua evacuazione di emergenza in Germania, tre laboratori europei hanno stimato che l’avversario è stato avvelenato con un agente nervino, Novichok, sviluppato in epoca sovietica.

Da allora, l’avversario ei suoi parenti hanno accusato una squadra dei servizi di sicurezza russi (FSB) di aver causato questo avvelenamento per ordine di Vladimir Putin, negato con veemenza dalle autorità russe, dopo aver fornito vari resoconti che spiegavano l’improvvisa malattia che l’afflisse lui. Sconto.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *