Quest’anno, la Fête de la science ha celebrato il suo 30° anniversario con un’edizione del sabato a Le Puy.

La Fête de la Science ha celebrato quest’anno il suo 30° anniversario. Curato in Alvernia dall’Università di Claremont Auvergne, è ospitato a Puy-en-Vely nel cuore del Museo della Croisette. Il Science Village è stato invitato in diverse sale del Museo, e ha aperto la sua arena anche a diverse piattaforme di animazione che hanno offerto laboratori, dimostrazioni, mostre… In, testato, scopri quanta scienza, meravigliosa ma a volte considerata “rigorosa, stretta, o lontano”, può essere Per dimostrare che è accessibile a tutti. Questo è il tema di questo evento: un momento di condivisione, sperimentazione e risveglio al mondo della scienza e della tecnologia e alle ultime innovazioni. Questa edizione, costruita sul tema “La passione della scoperta”, non ha mancato di dare vita a quelle che gli scienziati possono aver sentito nel corso delle loro carriere e scoperte.

Library Panic, un gioco di fuga per combattere le fake news è stato introdotto per la prima volta a Le Puy ed è stato un grande successo.

Appena ripresi dai propri sentimenti, coloro che “salvano il mondo” hanno proseguito il loro incontro con la scienza nei numerosi laboratori del villaggio: Animali improbabili di Philippe Lachaume, brani tratti dagli esperimenti di “un piccolo trucco”, fossili e cambiamenti climatici dati da Jean-Noel Bourget e molti altri…

READ  Una storia di avventura e fantascienza nel sito della Corsica

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *