Proletariat Inc – Temendo la cultura aziendale di Blizzard, i dipendenti dello studio Proletariat votano per formare un sindacato

La reputazione di Activision Blizzard per la cultura aziendale è ben consolidata. Lo scorso giugno, Blizzard ha acquistato lo studio Proletariat e i suoi dipendenti hanno annunciato la creazione di un sindacato per tutelare i loro diritti e la loro cultura.

Come sappiamo, le condizioni salariali in Bufera di neve di Activision Solleva molti interrogativi, al punto da essere oggetto di azione legale davanti ai tribunali della California. Logicamente, quando un gruppo acquista uno studio, i dipendenti di tale studio possono nutrire alcune preoccupazioni circa il trattamento che la loro nuova casa madre assegnerà loro. Questo è esattamente ciò che motiva la creazione di un sindacato all’interno dello studio proletariatoottenuta lo scorso giugno da Blizzard Entertainment Per contribuire allo sviluppo dell’estensione Volo del drago. Lo staff lo dice senza mezzi termini comunicazione.

Tutti nel settore dei giochi conoscono la reputazione di Activision Blizzard per la creazione di ambienti di lavoro ostili, quindi, all’inizio di quest’anno, quando abbiamo appreso che Bufera di neve Stavamo valutando l’acquisizione di Proletariat, abbiamo iniziato a discutere su come proteggere al meglio la cultura aziendale che abbiamo creato qui. Formando un sindacato, possiamo assicurarci di poter continuare a lavorare al meglio e creare esperienze professionali innovative nello sviluppo di giochi”.

Concretamente, lo staff di Proletariat (di tutti i reparti dello studio, inclusi animatori, designer, ingegneri, produttori e tester – non solo tester come spesso è avvenuto in sindacalizzazione negli ultimi mesi) Alleanza dei lavoratori del proletariato (CWA), che è un consorzio sostenuto da Lavoratori delle telecomunicazioni d’AmericaÈ il più grande sindacato per i lavoratori nel settore della tecnologia dell’informazione negli Stati Uniti, con 700.000 iscritti al sindacato.

READ  Ubisoft enfatizza Assassin's Creed Infinity, un gioco online all'avanguardia

il Alleanza dei lavoratori del proletariato Pertanto, mira a difendere gli interessi professionali dei dipendenti del proletariato, includendo in particolare una comunicazione aperta e trasparente sui salari, una forte protezione sanitaria per il personale dello studio, una politica flessibile delle ferie retribuite, la possibilità di lavoro a distanza, straordinari su base volontaria e base illimitata, ovvero per consentire un’equa progressione gerarchica in azienda.
In generale, secondo i sindacalisti, la costituzione del sindacato dovrebbe permettere di garantire condizioni di lavoro effettive e attraenti all’interno dello studio, in modo che i dipendenti non siano incoraggiati a cercare condizioni di lavoro migliori altrove, presso altri datori di lavoro.

Per la cronaca, questa non è la prima volta che gli studi di Activision Blizzard hanno votato a favore del sindacato — prima di Proletariat, Corvo nero Software e Blizzard Albany hanno già fatto la stessa cosa e in ogni caso Activision Blizzard ha provato (invano) a contrastarlo. Ricorderemo qui che è stato proprio questo antisindacalismo a spingere il proletariato a prendere la decisione – avendo precedentemente chiesto a Blizzard che la casa madre riconoscesse volontariamente il sindacato, senza perseguire i dirigenti Blizzard. Così il personale ha organizzato una votazione con le autorità nazionali Lavoratori delle telecomunicazioni d’Americapermettendo la creazione di un sindacato nel proletariato.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.