Progetto eolico Apuiat: briefing BAPE ad ottobre

L’Ufficio delle udienze pubbliche sull’ambiente (BAPE) terrà una prima sessione informativa il 7 ottobre sul progetto del parco eolico Apuiat, situato a Port-Cartier sulla North Shore.

• Leggi anche: Decine di organizzazioni ambientaliste chiedono al GNL di rispettare la decisione

• Leggi anche: REM de l’Est: una proposta di metropolitana nel centro della città

• Leggi anche: Accusato di saltare la porta: ‘Fatevi spingere un palo’, risponde Blanchett a Trudeau

Il progetto eolico Apuiat, che vale 600 milioni di dollari e prevede la costruzione di 50 turbine eoliche, farà così un nuovo passo. Fino al 29 ottobre i cittadini, i comuni oi gruppi di interesse possono richiedere un’audizione pubblica con il Ministro dell’Ambiente e della Lotta ai Cambiamenti Climatici.

Questo progetto di energia eolica, il primo a vedere la luce del giorno sulla North Shore, avrà un impatto ambientale. Tra questi, i luoghi di vacanza saranno visivamente influenzati. Si sente il rumore delle turbine eoliche, soprattutto nella foresta.

Poiché la distanza più breve tra la turbina eolica e l’abitazione permanente è di quattro chilometri, gli effetti del rumore saranno molto limitati. La rotazione dei veicoli pesanti durante la costruzione del progetto può avere un impatto. Anche l’avifauna può essere influenzata dalla modifica dell’habitat e dalle collisioni con le lame.

Lo svolgimento delle udienze BAPE avrà un leggero impatto sulla pianificazione del progetto. Senza udienza, il promotore prevede di ottenere il decreto governativo che autorizza il progetto il 28 febbraio 2022, mentre con udienze il decreto può essere emesso tre mesi dopo.

Tuttavia, questa scadenza verrà gradualmente riempita in modo che le turbine eoliche vengano assemblate tra maggio e dicembre 2024, indipendentemente dal fatto che ci siano audizioni pubbliche.

READ  Monster Hunter 2: Wings of Ruin Stories

L’investitore, che ha già tenuto diverse sessioni con i media, non ha notato alcuna opposizione o preoccupazione significativa su questo progetto.

“Le udienze BAPE sono davvero per l’apprezzamento del pubblico”, ha spiegato Alexandra Agagner, Project Manager di Boralex, la società che ha unito le forze con le comunità Innu per costruire il parco eolico.

“Che ci sia o no, seguiremo il processo”, ha aggiunto. È un processo indipendente e riconosciuto. Siamo lieti di sviluppare questo progetto”.

Alain Thibault, sindaco di Port-Cartier, spera che non ci saranno udienze alla porta di Cartier. Crede che i residenti della sua città sostengano il progetto: “È un progetto molto bello che rispetta gli standard ambientali. Ha un’ottima accettazione sociale qui a Port-Cartier, Pentecôte e Pointe-aux-Anglais”.

Prima di Apuiat, BAPE ha tenuto 45 briefing pubblici su progetti di energia eolica. 21 di loro hanno portato a udienze pubbliche.

BAPE terrà due sessioni informative con il Promotore. Il 7 ottobre, presso il Complesso ricreativo e culturale di Port-Cartier, si svolgerà il primo incontro non virtuale di BAPE dall’inizio della pandemia.

I cittadini che desiderano partecipare devono presentare il passaporto delle vaccinazioni. “La sanità pubblica non richiede un passaporto. Tuttavia, il centro lo richiede. Per partecipare, le persone dovranno mostrarlo”, ha affermato Shirley Bishop, consulente per le comunicazioni di BAPE.

Per coloro che non hanno una guida ai vaccini o che non possono recarsi a Port-Cartier, il 13 ottobre si terrà un’altra sessione informativa in modalità digitale.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *